Archivi tag: Spirito Santo

Come una danza – BUONA DOMENICA! Solennità della Santissima Trinità – Anno C

«Lo Spirito Santo vi insegnerà ogni cosa»

Gv 14,26

A che cosa dobbiamo pensare quando proviamo a pensare alla Trinità? Sì, certo, da sempre ce ne parlano come di un mistero insondabile. Ma provando a mettere da parte il desiderio scientifico della dimostrazione della sua esistenza (poiché non c’è scienza che possa dimostrarlo, e ce lo diciamo subito), quale immagine possiamo usare per pensare la Trinità? Una delle immagini per me più significative (di cui anche i teologi parlano) è la danza. Provate a rileggere il Vangelo che questa festa liturgica ci propone pensando a dei ballerini e ballerine che, legati da un’unica melodia, si muovono l’uno con l’altro, l’uno nell’altro. Movimenti liberi eppure legati, nei quali l’uno crea attraverso l’altro. Leggerezza, forza, delicatezza, sostegno, ampiezza: tutto è reso possibile da questo costante compenetrarsi di corpi e anime.
Ecco, quando penso alla vita che scorre tra il Padre, il Figlio e lo Spirito penso a questo: un’eterna danza in cui nulla è fermo, nulla è pesante, nulla è determinato; tutto è sempre in costante movimento. Ma quando penso a Loro, penso anche a noi. Perché se Gesù è stato immagine del Padre, allora quello che abbiamo visto accadere attraverso le sue parole e azioni è una conferma: in quella danza siamo coinvolti anche noi. La musica è l’amore, e l’amore è ciò che apre il circolo di quella danza e ci tira dentro.
Perdiamoci in queste immagini, e lasciamoci coinvolgere.
La Santissima Trinità, come ogni cosa che riguardi Dio, è questione di relazione, non di spiegazione. È esperienza, non certezza. Non possiamo aspettare che qualcuno ci convinca, dobbiamo scegliere di entrare nella danza dell’amore, percepire la vita di Dio, lasciarci sorprendere e destabilizzare da una sua scintilla della sua presenza. Questo è credere!

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Aprici a te, Trinità infinita

Padre santo,
in Gesù abbiamo scoperto
il tuo volto, ascoltato il tuo cuore;
e in lui possiamo lasciarci raggiungere
dall’immensità del tuo amore.
Nello Spirito possiamo sperimentare
l’intensità della tua presenza,
l’effervescenza della tua vita;
possiamo lasciarci abitare da te.
Rendici capaci di te, Padre, del tuo amore,
della tua passione per questa umanità
e di quella permanente comunione
che vi apre a noi, creature eppure figli,
insignificanti esseri nell’universo
eppure eredi della vita che non avrà fine.
Aprici a te, Trinità infinità,
perché nella nostra vita tu possa vivere.
Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Gv 16,12-15)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso.
Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future.
Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

I nostri social:

È Pentecoste – BUONA DOMENICA! Solennità di Pentecoste – Anno C

«Lo Spirito Santo vi insegnerà ogni cosa»

Gv 14,26

È Pentecoste! Ma non limitiamoci a guardare indietro, a cercare nella storia antica i segni dello Spirito di Dio. È Pentecoste oggi, esattamente come lo fu nel Cenacolo. «Mentre il giorno della Pentecoste stava compiendosi…», puntualizza l’evangelista Luca negli Atti, «venne all’improvviso dal cielo un fragore, un vento…, e riempì tutta la casa… Apparvero lingue come di fuoco… e tutti furono colmati di Spirito Santo».
Ecco, è così che lo Spirito di Dio entra e riempie, colma, trasforma. È così che accade ancora oggi! E chi pensa alla vita cristiana come a un modo di vivere sicuro, comodo, tranquillo, allora forse non ha ancora fatto conoscenza con ciò che di Dio è energia, potenza, effervescenza: lo Spirito Santo.
Forse non vedremo le lingue di fuoco scendere su di noi, ma consentire allo Spirito di trovare spazio nella nostra vita è fare esperienza di vento, di sconvolgimento, di energia, di trasformazione. Quando c’è lo Spirito nulla resta come era, neppure la nostra vita. Lo Spirito viene all’improvviso tutte le volte che la storia ci chiede una posizione nel mondo. Lo Spirito fa sentire la sua voce in ogni situazione che chiede la nostra voce. Lo Spirito ci riempie di Dio ogni volta che questo mondo ha bisogno di scintille di Dio.
Se lo Spirito vive in noi cominciamo a capire e a parlare tutte le lingue del mondo attorno a noi. Ma non pensate all’inglese, o francese, o cinese, o a qualsiasi altra lingua. Lo Spirito ci rende capaci di comprendere le lingue degli altri, dei loro mondi interiori, delle loro insicurezze, delle paure, dei desideri. Lo Spirito di Dio, poiché è Dio, apre per noi i mondi e ci rende capaci di sostenerli, di portarli, di spalancarli verso una nuova vita.
È Pentecoste, lasciamoci aprire dallo Spirito al mondo, alla storia, all’altro, a Dio!

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Vieni, Spirito dell’amore

Vieni, Santo Spirito,
riempi i nostri cuori
della vita nuova
che zampilla dal cuore di Dio.
Vieni, scendi su di noi,
e avvolgi ciò che di più oscuro ci abita.
Vieni, scendi su di noi,
e abbraccia quelle solitudini profonde
che ci allontanano dal bene.
Vieni, scendi su di noi,
e portaci Dio: la sua pienezza,
il suo amore, la sua stessa vita.

Dito della mano di Dio
scrivi nel nostro cuore una nuova storia
e spalanca per la nostra mente
nuove prospettive,
perché tutto di noi si apra a quel futuro
che Dio sogna per l’umanità.
Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Gv 14,15-16.23b-26)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

I nostri social:

Sulle vie dell’amore – Buona Domenica! – Pentecoste – anno B

 «Lo Spirito della verità, vi guiderà» Gv 16,13  

Continua a leggere Sulle vie dell’amore – Buona Domenica! – Pentecoste – anno B

Trinità… questione di cuore – Buona domenica! – Solennità della Santissima Trinità – Anno A

«Il mondo sia salvato per mezzo di lui» (Gv 3,17) 

Continua a leggere Trinità… questione di cuore – Buona domenica! – Solennità della Santissima Trinità – Anno A

Il dono del Risorto – Buona domenica! – Domenica di Pentecoste – Anno A

«Soffiò e disse loro: "Ricevete lo Spirito Santo"» (Gv 20,22) 

Continua a leggere Il dono del Risorto – Buona domenica! – Domenica di Pentecoste – Anno A

Risollevaci, tiraci fuori dalla morte – Buona domenica! – Solennità di Pentecoste – anno B

«Vieni, Santo Spirito, riempi i cuori dei tuoi fedeli e accendi in essi il fuoco del tuo amore» (Gv 15,26-27; 16,12-15)

Quanta durezza attorno a noi: fame e violenza, povertà e solitudine, disperazione e scoraggiamento… morte!
Ma noi abbiamo bisogno di vita, vogliamo sentire parole di pace, essere raggiunti da gesti di solidarietà, farci stupire da un inaspettato sguardo carico di cura e attenzione. Noi, abbiamo bisogno di un’energia nuova che ci attraversi, che penetri il tempo e lo percorra da più a meno infinito. Abbiamo bisogno di una forza irrefrenabile che ci tiri fuori dalla morte e dalle sue logiche, dalla notte e dai suoi deserti.    Continua a leggere Risollevaci, tiraci fuori dalla morte – Buona domenica! – Solennità di Pentecoste – anno B