Archivi tag: anno C

Un re debole – Buona domenica! – (Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo) XXXIV Domenica Tempo Ordinario – anno C

«In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso». Lc 23,35-43

A che cosa ci serve un perdente? Dove ci porterà uno che non è riuscito a tenere in mano la situazione? Come ci proteggerà, come ci potrà salvare uno che non è riuscito a salvare se stesso?
Domande che, di fronte a un Dio crocifisso, attraversano la storia ormai da secoli e si ripropongono puntuali, ogni volta, che la fede diventa una scelta di vita. Allora c’è chi usa la dottrina come fosse un’arma, riducendo il Vangelo e il suo fondamento storico a dettaglio irrisorio, esempio, simbolo. Oppure c’è semplicemente chi da quella croce, ogni volta che si ripresenta nella storia, resta disorientato e in balia delle voci forti del momento. Qualcuno nel popolo resta a vedere cosa accadrà, oggi come ieri. Qualcuno insulta, altri deridono gentee altri ancora, non troppi in verità, credono che su quella croce si sia manifestato il vero volto di Dio. Credono che in ogni crocifisso della storia, in ogni colpito dall’ingiustizia, in ogni condannato dal perbenismo saccente, in ogni debole emarginato o in ogni peccatore condannato ci sia una scintilla luminosa di Dio che può ancora illuminare la storia.
Un re debole, ecco chi è colui in cui siamo chiamati a credere. Un re mite che, a prezzo della sua vita, ha salvato tutti. Un re, la cui croce, è divenuta la voce di condanna di ogni religiosità usata come arma di potere e di condanna.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Signore Gesù, Re debole,
che hai donato vita al mondo
attraversando l’ingiustizia,
la condanna, la tortura, la morte,
insegna a questa storia,
a ogni uomo e donna, a tutti noi,
la forza dell’amore,
la rivoluzione del dono,
la bellezza irrefrenabile della gratuità.

Re crocifisso, insegnaci a credere
che solo il servizio all’indifeso e al povero,
la difesa del debole, la vita offerta per l’altro
può ridonare al mondo il coraggio della speranza
e la fede in te, Signore della vita. Amen.

ALLENIAMOCI IN MISERICORDIA  

Scarica l'esercizio di misericordia
Scarica l’esercizio di misericordia

Riconoscere la logica di dono che Dio ha usato per esserne strumento oggi, nella nostra storia.

DAL VANGELO della domenica (Lc 23,35-43 )

In quel tempo, [dopo che ebbero crocifisso Gesù,] il popolo stava a vedere; i capi invece deridevano Gesù dicendo: «Ha salvato altri! Salvi se stesso, se è lui il Cristo di Dio, l’eletto».croce paradiso
Anche i soldati lo deridevano, gli si accostavano per porgergli dell’aceto e dicevano: «Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso». Sopra di lui c’era anche una scritta: «Costui è il re dei Giudei».
Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!». L’altro invece lo rimproverava dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male».
E disse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno». Gli rispose: «In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso».

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook, google plus e twitter.

Scarica la fotopreghiera
Scarica la fotopreghiera
xxxiv-to_cover-fb_gev
Scarica la cover per facebook
xxxiv-to_google
Scarica la cover per google plus
xxxiv-to_twitter
Scarica la cover per twitter

Profeti o creduloni? – Buona domenica! – XXXIII Domenica Tempo Ordinario – anno C

«Nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto». Lc 21,5-19

Luoghi di culto distrutti, terremoti e fatti terrificanti, guerre e rivoluzioni, carestie e persecuzioni: eppure no, non stiamo facendo il big_02sommario dell’ultimo telegiornale. Questi sono alcuni passaggi del Vangelo della XXXIII domenica: sconcertanti, è vero; attuali, verissimo, ma scritti circa duemila anni fa.
Ogni epoca ha i suoi profeti di sventura che, di fronte a brani così, iniziano a parlare di punizione divina e di fine del mondo. E, sta accadendo anche in questi giorni. La terra trema senza sosta, ci ricorda la fragilità di tante sicurezze umane e qualcuno usa questi eventi naturali per parlare di sterminio, di ira di Dio contro un popolo (quello italiano, in questo caso) peccatore.
Ecco… davanti a brani come questo ognuno può chiedere a se stesso se nella vita preferisce fare il credulone timoroso, alla ricerca di capri espiatori, o se diventare profeta di vita (e non di morte!), terremoto disperazioneascoltando l’appello di Dio e facendosene testimone.
Dio c’è, e ci invita a restare saldi nel suo amore! Dio, nelle situazioni più terribili della vita, quando tutto crolla dentro e fuori di noi, ci chiama alla fiducia in lui, nel suo Spirito, nel suo amore.
Quando tutto ci sommerge o si sgretola, dobbiamo con coraggio e follia, aggrapparci a lui e credere che da lui verrà la nostra più vera liberazione. Quanto tutto è carico di incertezze, quello è il momento in cui fidarsi e dire sì!

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Signore Gesù,
davanti alle tante situazioni
di morte e di sofferenza,
quando tutto in noi e attorno a noi crolla,
un senso di sconforto e paura
stringe il cuore e ci blocca;
ci impedisce di guardare il mondo
e gli altri con i tuoi occhi.

Liberaci, Signore, perché il tempo
dell’incertezza, della paura, del disorientamento
diventi il tempo della fiducia in te,
della speranza certa, della perseveranza.

Insegnaci a credere nel tuo amore
anche quando è notte! Amen.

ALLENIAMOCI IN MISERICORDIA  

Scarica l'esercizio di misericordia
Scarica l’esercizio di misericordia

Guardiamo ciò che sta accadendo attorno a noi, anche ciò che ci spaventa, e chiediamoci: «Come posso crescere in fiducia, cosa posso rafforzare in me?»

DAL VANGELO della domenica (Lc 21,5-19)

In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta».5259
Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”. Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine».
Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo.
Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio nome. Avrete allora occasione di dare testimonianza. Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere.
Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto.
Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita».

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook, google plus e twitter.

Scarica la fotopreghiera
Scarica la fotopreghiera
xxxiii-to_twitte
Scarica la cover per twitter
xxxiii-to_google
Scarica la cover per google plus
xxxiii-to_cover-fb_gev
Scarica la cover per facebook

Risorgeremo? – Buona domenica! – XXXII Domenica Tempo Ordinario – anno C

«Dio non è Dio dei morti, ma dei vivi; perché tutti vivono per lui».  Lc 20,38

Continua a leggere Risorgeremo? – Buona domenica! – XXXII Domenica Tempo Ordinario – anno C

Oggi vengo da te!! – Buona domenica! – XXXI Domenica Tempo Ordinario – anno C

«Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». Lc 19,5

Continua a leggere Oggi vengo da te!! – Buona domenica! – XXXI Domenica Tempo Ordinario – anno C

Il povero nel cuore di Dio! – Buona domenica! – XXX Domenica Tempo Ordinario – anno C

«Chiunque si esalta sarà umiliato, chi invece si umilia sarà esaltato». Lc 18,14

Continua a leggere Il povero nel cuore di Dio! – Buona domenica! – XXX Domenica Tempo Ordinario – anno C

La preghiera potente! – Buona domenica! – XXIX Domenica Tempo Ordinario – anno C

«Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui?». Lc 17,19

Continua a leggere La preghiera potente! – Buona domenica! – XXIX Domenica Tempo Ordinario – anno C

Grazie! – Buona domenica! – XXVIII Domenica Tempo Ordinario – anno C

«Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato!». Lc 17,19

Continua a leggere Grazie! – Buona domenica! – XXVIII Domenica Tempo Ordinario – anno C