La gioia: un prezioso frutto – Buona domenica! – III Avvento – Anno A

“Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero, davanti a te egli preparerà la tua via”. Mt 11,10

È la domenica della gioia, giorno in cui urlare al mondo le meraviglie che il Signore sta operando nella nostra vita e nella storia. Giorno in cui raccontare tutto ciò che i nostri occhi vedono e che le nostre orecchie ascoltano (cfr. Mt 11,4): gli zoppi camminano, i sordi odono, i morti risuscitano…
guarigioneMa noi – diciamocelo – non vediamo tutto questo. Anzi, forse, in questo momento qualcuno tra noi ha sperimentato la visita di sorella morte, che non tornerà sui suoi passi. Forse qualcuno che camminava speditamente ha iniziato a zoppicare e chi viveva bene sta morendo a causa di una malattia. E poi in tante parti del mondo la terra si sta impoverendo di vita, di cultura, di persone, a causa di guerre, ingiustizia e violenza.
E allora, cosa dovremmo raccontare? Dove sta la gioia di cui parla il Vangelo? Dove sono finite le promesse del profeta Isaia?
L’apostolo Giacomo ci direbbe: «Guardate l’agricoltore: egli aspetta con costanza il prezioso frutto della terra» (Gc 5,7-10).
Forse è proprio qui la risposta che cerchiamo. Le promesse di Dio non diventano storia, non si realizzano senza di noi e senza la nostra povera e incerta fede. Le promesse sono il prezioso frutto che germoglia dalla nostra vita quando Dio riesce ad abitarla e a trasformala.
E allora, facciamogli casa, prepariamogli una buona accoglienza, perché tutto il mondo possa vedere e raccontare le meraviglie che Dio opera in noi sordi, zoppi, ciechi, morti…
Vieni Signore Gesù, toccaci e trasformaci!

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Vieni, Dio della gioia

Vieni, Dio della gioia che brilla tra le lacrime;
vieni, Dio della vita che germoglia nelle steppe;
vieni, Dio della speranza che infrange la disperazione;
vieni, Dio del futuro che va oltre la notte.

Signore Gesù, vieni tra noi
e insegnaci a vedere ciò che i nostri occhi
non riescono più a vedere,
insegnaci a credere in ciò che il nostro cuore
non riesce più a sperare.
Vieni, Signore, vieni
e donaci la gioia profonda di chi
sa di avere in te tutto! Amen.

PREGHIERE DEI FEDELI PER BAMBINI

Queste preghiere possono essere pregate dai bambini durante la celebrazione eucaristica domenicale, ma anche in un momento dell’incontro di catechesi dopo averli introdotti al vangelo della domenica.

Gesù è la vera gioia che tutto il mondo sta aspettando. Solo lui può arricchire il cuore di ogni persona. Solo lui può far zampillare l’acqua nel deserto. Chiamiamolo, facciamolo entrare nel nostro cuore: Vieni, Signore Gesù e dona gioia al nostro cuore.

Vieni, Signore Gesù, in tutti quei luoghi dove le lacrime hanno sostituito il sorriso. Rit.

Vieni, Signore Gesù, in tutte le famiglie che desiderano accogliere nuova vita, nuovi bambini. Rit.

Vieni, Signore Gesù, nelle famiglie che con grandi sacrifici custodiscono e difendono la vita sempre, anche nella grave malattia. Rit.

Vieni, Signore Gesù, dove le persone non hanno più la voglia di donare un sorriso. Rit.

Vieni, Signore Gesù, in ogni casa, soprattutto lì dove le urla e i litigi si sono sostituiti all’amore e alla felicità. Rit.

Tutti i bambini insieme: Vieni nel nostro cuore, Signore Gesù, e insegnaci a essere felici anche per le piccole cose di ogni giorno. Insegnaci a non chiedere sempre e solo qualcosa per noi stessi; insegnaci a dire grazie per le piccolissime cose che gli altri, i nostri genitori, i fratelli e sorelle, gli amici, icompagni di scuola, i cugini, ci regalano spontaneamente. Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Mt 11,2-11)

In quel tempo, Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: il cieco_Lopez«Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Gesù rispose loro: «Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: I ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri è annunciato il Vangelo. E beato è colui che non trova in me motivo di scandalo!».
Mentre quelli se ne andavano, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle: «Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? Allora, che cosa siete andati a vedere? Un uomo Giovanni Fanovestito con abiti di lusso? Ecco, quelli che vestono abiti di lusso stanno nei palazzi dei re! Ebbene, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, io vi dico, anzi, più che un profeta. Egli è colui del quale sta scritto: “Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero, davanti a te egli preparerà la tua via”.
In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui».

IMMAGINI PER LE 4 DOMENICHE DI AVVENTO

>>> CLICCA QUI <<<

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook, google plus e twitter.

iii-avvento_fano

Scarica la cover per facebook
Scarica la cover per facebook
Scarica la cover per
Scarica la cover per google plus
Scarica la cover per twitter
Scarica la cover per twitter

Germoglio di futuro! – Buona domenica! – II Avvento – Anno A

«Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!». Mt 3,2

È difficile credere in certi momenti della storia. Difficile dare credito a voci che nella notte profonda, quando anche le stelle sono coperte da nubi gonfie e pesanti, annunciano il uid_149d2bb7e9c-650-340sorgere del sole. Difficile, quasi impossibile, dare ragione a voci che urlano nei deserti della storia. Sembrano pazzi coloro che annunciano amore dove le persone non amano più; fanno ridere coloro che credono nella speranza quando nulla fa più sperare; sarebbero da far tacere coloro che mostrano il lupo e l’agnello accanto: «È solo questione di tempo, prima o poi l’uno sbranerà l’altro… basta vedere come va il mondo».
Ecco! Se, preparandoci al Natale, qualcuno di noi stesse pensando una cosa del genere, allora meriteremmo le stesse parole che Giovanni il Battista ha rivolto a coloro che lo andavano ad ascoltare senza credere davvero alle sue parole: «Razza di vipere, fate un frutto degno di conversione; perché io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli di Abramo» (Mt 3,9)
E vale anche per noi! Convertiamo e crediamo davvero che Dio può – e lo sta già facendo – desertotutto: può riaprire il nostro cuore alla speranza, può insegnarci nuovamente a credere nell’impossibile, può curare i cuori feriti e insegnar loro nuovamente ad amare, può farci sognare nuovamente il futuro anche dopo tremende delusioni. Convertiamoci a Dio: lui sta spalancando vie nuove nei deserti delle nostre città.
Crediamoci… e vedremo cose che mai occhio umano vide!

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Germoglio di speranza

Vieni, Signore Gesù,
come sorgente d’acqua in terra brulla,
come via spalancata nel deserto
come luce che sorge nella notte,
come germoglio di speranza nel dolore.

Insegnaci a credere nell’invisibile,
insegnaci a sperare e ad attendere
il regno dell’amore e del dono.

Dio fatto carne, vieni tra noi;
germoglio di speranza, nasci tra noi.
Amen.

PREGHIERE DEI FEDELI PER BAMBINI

Queste preghiere possono essere pregate dai bambini durante la celebrazione eucaristica domenicale, ma anche in un momento dell’incontro di catechesi dopo averli introdotti al vangelo della domenica.

Guida o celebrante: Attorno a noi ci sono tante situazioni di dolore e di sofferenza: guerre, violenza, sfiducia, paura. Ma noi crediamo in te, Signore Gesù e ti invochiamo: Vieni, Signore Gesù, noi ti aspettiamo.

Vieni, Signore Gesù, nasci ancora dove le persone non hanno più fiducia negli altri. Rit.

Vieni, Signore Gesù, nasci ancora dove tanti bambini come noi, e le loro famiglie, non hanno più la forza di sperare in un futuro più bello. Rit.

Vieni, Signore Gesù, nasci ancora dove a causa della malattia le persone, piccole e grandi, sono tristi e scoraggiate. Rit.

Vieni, Signore Gesù, nasci ancora in quei palazzi dove i nostri governanti decidono la pace o la guerra. Rit.

Vieni, Signore Gesù, nasci ancora nelle nostre famiglie e insegnaci a credere nella vita da costruire insieme. Rit.

Tutti i bambini insieme: Vieni, Signore Gesù, nasci ancora oggi tra noi, nella nostra parrocchia, nelle nostre classi, a casa: noi crediamo che ci porterai la pace, ci insegnerai a desiderare la pace, ci farai vedere come costruire tra noi la pace. Vieni, Signore Gesù, noi ti aspettiamo a braccia aperte! Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Mt 3,1-12)

In quei giorni, venne Giovanni il Battista e predicava nel deserto della Giudea dicendo: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!». Egli infatti è colui del quale aveva parlato il profeta Isaìa quando disse: «Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!».fano-33
E lui, Giovanni, portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi; il suo cibo erano cavallette e miele selvatico. Allora Gerusalemme, tutta la Giudea e tutta la zona lungo il Giordano accorrevano a lui e si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Vedendo molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere! Chi vi ha fatto credere di poter sfuggire all’ira imminente? Fate dunque un frutto degno della conversione, e non crediate di poter dire dentro di voi: “Abbiamo Abramo per padre!”. Perché io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli ad Abramo. Già la scure è posta alla radice degli alberi; perciò ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Io vi battezzo nell’acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più forte di me e io non sono degno di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Tiene in mano la pala e pulirà la sua aia e raccoglierà il suo frumento nel granaio, ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile».

IMMAGINI PER LE 4 DOMENICHE DI AVVENTO

>>> CLICCA QUI <<<

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook, google plus e twitter.

ii-avvento
Scarica la fotopreghiera – II Avvento
ii-avvento_gev
Scarica la cover per facebook
ii-avvento_google
Scarica la cover per google plus
ii-avvento_twitte
Scarica la cover per twitter

Sveglia, è ora! – Buona domenica! – I Avvento – Anno A

«Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà». Mt 24,42

Continua a leggere Sveglia, è ora! – Buona domenica! – I Avvento – Anno A

L’orologio dell’ Avvento – Anno B

Cari catechisti, insegnanti, animatori… per l’Anno B il vignettista Fano, ci propone l’OROLOGIO DELL’AVVENTO da costruire, settimana dopo settimana.

Per altre immagini d’Avvento da costruire >>> CLICCA QUI <<<

 lancetta-orologio-avvento

lancetta-orologio-avvento-bn

La candela dell’ Avvento – Anno B

Cari catechisti, insegnanti, animatori… vi suggeriamo questa simpatica COVER CON LE 4 CANDELE D’AVVENTO, proposta dal vignettista Fano, da accendere settimana dopo settimana!

Per altre immagini d’Avvento da costruire >>> CLICCA QUI <<<

candela-avvento-i-anno-b
I Avvento
candela-avvento-ii-anno-b
II Avvento
candela-avvento-iii-anno-b
III Avvento
candela-avvento-iv-anno-b
IV Avvento

La culla dell’ Avvento – Anno A

Cari catechisti, insegnanti, animatori… per l’Anno A il vignettista Fano, ci propone la culla da costruire, settimana dopo settimana, per accogliere Gesù bambino.

Per altre immagini d’Avvento da costruire >>> CLICCA QUI <<<

Culla - Anno A
Culla – Anno A

vita… solo chi ne scopre il senso può cantarne la bellezza

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: