La vita risorge sempre! Buona Pasqua

Non c’è notte che impedisca al sole di sorgere e non c’è morte che trattenga la vita. E’ la certezza che mi sta accompagnando e che oggi mi consente di dire: «E’ Pasqua».

Mi guardo intorno e so con estrema lucidità che oggi in molti potrebbero sorridere davanti a questa affermazione… forse avendo pietà della mia spiccata ingenuità verso la vita. So che potrebbe accadere.
Madri, figli, padri, rifugiati, ammalati, soli, poveri, senzatetto, medici, atei, agnostici… anche alcuni cristiani… in tanti potrebbero dirmi che non è così, che la vita ha un termine e che sono tante le notti che impediscono al sole di sorgere.
Eppure la fiducia non è qualcosa di ingenuo: è un’esperienza che nessuno può negare; ed è proprio questa fiducia, nata e cresciuta nel tempo, a rendere forti certe convinzioni interiori.

E allora, sì! Oggi è Pasqua, oggi è quel giorno in cui possiamo dirci con rinnovata forza: «Dalla morte si risorge! Da ogni morte si risorge!».
Lo dobbiamo dire a noi stessi; dobbiamo dirlo al mondo attorno a noi, dobbiamo seminare questa speranza nei luoghi di disperazione, dobbiamo essere convincenti lì dove la vita viene misurata e accettata solo se vincente, forte  e utile a qualcuno.

E’ Pasqua, ma per noi credenti non è solo un augurio: è un modo di vivere, di scegliere, di sperare, di lottare, di amare.

E’ Pasqua e lo anche oggi, nella paradossalità di un mondo che pensa di costruire pace con le armi; di convincere minacciando; di emergere denigrando; di difendere uccidendo. E’ Pasqua in Siria, come in Korea del Nord; sotto le macerie come tra le schegge di esplosivi; in una mensa per i poveri come su un barcone.

Pasqua esplode ovunque ci sia qualcuno che abbia il coraggio di non far vincere la morte.

«Colui che cercate non è qui!»

La nostra festa di Pasqua inizia proprio da lì… da quella terribile assenza, da quel sepolcro vuoto davanti al quale speranza e smarrimento si incontrano, da quella pietra rotolata che ci ha impedito di avere tra le mani un corpo da venerare.

Ma direi di più! La nostra speranza, oltre che la nostra fede, si radica lì, dove il paradosso si consuma, dove proprio un’assenza ci convince di quanto sia forte la vita e invincibile l’amore; dove proprio la morte ci insegna a guardare oltre il limite.

E allora a tutti noi buona Pasqua, con l’augurio che ognuno lasci, in fretta, il sepolcro della resa e della sfiducia, e parta verso gli altri, irradiando nel mondo i penetranti raggi della speranza, diffondendo l’inarrestabile profumo della risurrezione.

danza

E’ Pasqua: fai gli auguri con una foto

Gli auguri quest’anno falli con una foto: scegli la tua preferita, scaricala, inviala, condividila con chi ami e sui social! Siano per tutti auguri di pace, amore, speranza, luce… risurrezione!!!

Scarica i meme auguri di Pasqua (clicca sulla foto che preferisci, poi tasto destro del mouse e “salva con nome”)

 Scarica le fotopreghiere di Pasqua

Scarica le cover per facebook, twitter e google plus

Non è qui, è risorto! – Buona domenica! – Domenica di Pasqua – Anno A

«Egli doveva risorgere dai morti». (Gv 20,9) 

Continua a leggere Non è qui, è risorto! – Buona domenica! – Domenica di Pasqua – Anno A

E la folla gridava – Buona domenica! – Domenica delle Palme – Anno A

«Osanna al Figlio di Davide.
Benedetto colui che viene nel nome del Signore:
è il Re d'Israele.
Osanna nell'alto dei cieli». ANTIFONA (Mt 21,9) 

Continua a leggere E la folla gridava – Buona domenica! – Domenica delle Palme – Anno A

Facci vivere! – Buona domenica! – V domenica di Quaresima – Anno A

«Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà». Gv 11,25

Continua a leggere Facci vivere! – Buona domenica! – V domenica di Quaresima – Anno A

Luce per occhi e cuore – Buona domenica! – IV domenica di Quaresima – Anno A

«Ero cieco e ora ci vedo». Gv 9,25 

Continua a leggere Luce per occhi e cuore – Buona domenica! – IV domenica di Quaresima – Anno A

III settimana di Quaresima: come viverla?

Come vivere la terza settimana di Quaresima, perché ogni suo giorno sia un giorno vissuto a ritmo di Vangelo?
 Un piccolo suggerimento e una breve preghiera. Buon tutto!

Guarda il video

Com’è grigio, Signore,  il cielo che ci sovrasta,
quando lo scoraggiamento toglie l’ossigeno alla speranza,
quando la disperazione annulla le sfumature del futuro.
Spesso ci accontentiamo di poco:
riduciamo la carità a un po’ di superfluo
regalato al bisognoso,

pensiamo alla fede come a una collezione
di risposte positive su Dio e sugli altri.
Crediamo nella speranza solo quando
tutto va già più che splendidamente.

Eppure, Signore, incontrarti
ci rende capaci di sguardi nuovi, di risposte nuove,
di un nuovo modo di vivere il mondo.
Incontraci, Signore, parlaci!
E il tuo Vangelo ci renda persone nuove,
capaci di camminare donando,
a piene mani, la speranza.
Sia questa la nostra elemosina,
sia questo il nostro dono. Amen.

Chi volesse avere le brevi riflessioni per ogni giorno, fino a Pentecoste può acquistare il libretto A ritmo di Vangelo  >>> https://goo.gl/eo1HES

vita… solo chi ne scopre il senso può cantarne la bellezza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: