Aggrappatevi! – Buona domenica! – V Domenica Di Pasqua – anno B

 «Rimanete in me e io in voi» Gv 15,1-8 

L’invito che prorompe dal Vangelo è deciso: «Rimanete in me, rimanete nella mia Parola, rimanete nel mio amore!» (cfr. Gv 15,1-8). luce-tralci
Chi si ferma a leggere e pregare sul brano dell’evangelista Giovanni, non può non sentirsi raggiunto da un appello forte, quasi un’implorazione a non andare via, a non allontanarsi, a non prendere la distanze da Dio. Come i tralci alla vite, così la nostra vita è legata a Dio; come la linfa irrora i tralci così la vita di Dio e il suo amore ci irrorano, ci riempiono, rendono possibile per noi una pienezza inaudita.
Ma cosa ci può allontanare? Cosa ci può separare?
Qualcuno potrebbe dire: «Dio stesso. Quel Dio che pota il tralcio». Ma sarebbe corretta questa lettura?
Il Padre che pota non fa altro che eliminare tralci già secchi, in cui la linfa non riesce più a scorrere. E l’essere secchi, e per questo potati e buttati, non è altro che frutto di scelte fatte, non subite.malattia cv
Ciò che invece potrebbe renderci davvero tralci secchi, separati dalla vite-Dio, è la nostra stessa vita e le sue vicissitudini. È l’imprevisto che sconvolge negativamente i nostri fantastici progetti. È la malattia che entra senza chiedere permesso…
Eppure, proprio in queste situazioni limite, quando l’umanità deve piegarsi, Qualcuno ci ricorda che la gioia è sempre possibile, e nasce proprio dal contatto vivo e vero don lui.
Lasciamo scorrere la sua Parola in noi, lasciamoci irrorare del suo Vangelo: questo ci renderà autentici discepoli che portano frutti di vita, dentro se stessi e nel mondo.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Uniti e te, Signore!

Tienici uniti a te, Signore Gesù,
anche quando tutto
potrebbe separarci.
Legaci con il tuo amore,
quando solitudine e non senso
potrebbero allontanarci.
Tu sei la vite che ci tiene in vita,
sei la linfa che ridona speranza
a ogni nostro giorno:
insegnaci a rimanere,
a non mollare, a non preferire
il più semplice e più immediato.
In te porteremo frutto…
E sarà gioia… Gioia piena,
vera e condivisa. Amen.

DAL VANGELO della domenica [Gv 15,1-8]

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Io sono la vite vera e il Padre mio è l’agricoltore. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. Voi siete già puri, a causa della parola che vi ho annunciato. connessi vite tralci_Fano
Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano.
Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e vi sarà fatto. In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli».

PREGHIERE DEI FEDELI

Queste preghiere possono essere pregate dai bambini durante la celebrazione eucaristica domenicale, ma anche in un momento dell’incontro di catechesi dopo averli introdotti al Vangelo della domenica.

Guida o celebrante: Gesù è la vite e noi siamo i suoi tralci. La vite porta frutto, ma ha bisogno di tralci forti e ad essa legati. Aggrappiamoci a Gesù per essere riempiti della sua vita e portare molto frutto. Diciamogli insieme: Gesù, tienici stretti a te per vivere in te.

Lettore: Signore Gesù, noi ti preghiamo per papa Francesco che con la sua parola, i suoi gesti, il suo affetto, la sua radicalità ci fa scoprire quanto sia bello e forte il tuo amore. Noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, ti preghiamo per tutte le persone che a causa di momenti difficili, della sofferenza, di delusioni forti si allontanano da te e spezzano il legame con il tuo amore. Noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, ti preghiamo per le nostre famiglie che come una vite ci nutrono ogni giorno di amore, di fiducia,di una vita bella e buona. Noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, ti preghiamo per i nostri gruppi di catechesi, che nutrono la nostra fiducia in te e ci aiutano a restare uniti, anche con la preghiera, al tuo grande amore. Noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, ti preghiamo per tutta la nostra comunità, che come tralci uniti a te è chiamata a portare frutto e a lasciare che questo frutto diventi cibo di amore per tutti i fratelli e sorelle. Noi ti preghiamo. Rit.

Tutti i bambini insieme:
Signore Gesù, ci sentiamo come piccoli acini che insieme formano un bel grappolo d’uva. Insegnaci a restare uniti, a sentirci frutto del tuo amore, a scoprire di essere nati dalla fede e dalla preghiera di tante persone più grandi di noi. Aiutaci a non staccarci mai da te! Tienici stretti a te, Signore Gesù, sempre, in ogni istante. Grazie!

Scarica le preghiere in pdf —> Preghiere dei fedeli – V domenica di Pasqua

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook

V di Pasqua_ preghiera

V Pasqua_fb
Scarica la cover per facebook
V Pasqua_google
Scarica la cover per google
V Pasqua_twitter
Scarica la cover per twitter

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.