Archivi categoria: Halloween

Dolcetto o scherzetto? Dolcetti della felicità per un All Hallows Eve luminoso!

Dolcetto o scherzetto? è la dinamica che proponiamo per vivere un halloween davvero alternativo, un halloween che possa halloween caramellavalorizzare il significato originario del termine: All Hallows Eve – vigilia della festa di Ognissanti! Una festa è sempre un
momento di gioia e la gioia va a braccetto con la luce, con l’allegria, con la speranza! La dinamica che suggeriamo quindi, suggerisce proprio di organizzare una “festa” da vivere in gruppo o con l’intera comunità parrocchiale, preparando un banchetto di “dolcetti” che possano però contenere un messaggio di luce!   
Continua a leggere Dolcetto o scherzetto? Dolcetti della felicità per un All Hallows Eve luminoso!

Tra note e realtà – L’eternità

Ci troveremo ancora
più grandi e più sinceri in una lacrima
E parleremo ancora di cieli immensi
avremo nuove verità…
…e quanto dura l’eternità?
Dimmi che senti me!
Come fossimo una cosa sola una foglia
in mezzo a questo vento che ci ha portato l’eternità.
Il tempo è già finito…
lo spazio aperto davanti a noi

che siamo come diamanti
pronti a non spezzarsi mai

Ci meritiamo l’eternità
L’eternità…

(Giorgia – L’eternità)

Difficile non pensare o non chiedersi cosa ci sia dietro le parole che Giorgia canta… quali stati d’animo… quali dubbi e quali certezze…
Quale eternità sta stringendo tra le mani; quale eternità stanno cantando i suoi tantissimi fans?
Qual è l’eternità in cui crede la nostra società? In cui crediamo noi?
E’ la più spontanea delle domande, davanti a scelte sociali e personali piene di contraddizioni. Ci basti aprire periodici, radio, tv con un pizzico di senso critico (basta un pizzico… senza troppe pretese!!!) per scoprire i tantissimi bleff di cui siamo oggetti! Ahimè, purtroppo solo oggetti e niente di più!!! Un giorno tutti pronti alle nuove crociate, paladini agguerriti della cristianità… il giorno dopo gli stessi crociati li troviamo vestiti da streghe per festeggiare la magia nera e la morte. Di cristiano c’è veramente poco.
«Giù le mani dalla Croce»…titolavano i giornali in questi giorni! Ma è già passato. Il presente è Harry Potter, Halloween, le streghe…

Cristiani dove siamo?

Forse ancora occupati negli ultimi festeggiamenti della “notte”? O ancora un po’ assonnati per cogliere l’intenso e luminoso input che ci viene dai primi giorni di novembre?
Mi piacerebbe chiedere a quali sensazioni ci rimandi questo mese: san Martino, i crisantemi, il vino, i cimiteri, l’autunno, i primi camini o i, ben più banali, termosifoni.
Sembra che vita e morte si incontrino! Sembra!?E invece è realtà!

Novembre non inizia, come molti pensano, con la commemorazione dei defunti, ma con la festa di tutti i santi, di tutti i figli di Dio… e dunque con la nostra festa.
E’ utopia pensare alla morte come un indissolubile legame fondato sull’amore?
No! E’ fede!
Siamo come diamanti pronti a non spezzarsi mai
e anche quando il tempo sembra finire, ci resta pur sempre tra le mani, quella libertà che Qualcuno ci ha offerto… quella possibilità di costruire un’eternità… un futuro senza fine che è dono, sempre e comunque, ma che non rinnega mai il sapore e la forza delle singole scelte personali.

di suor Mariangela fsp

 Guarda il video

Un “halloween” per riscoprire la santità

Halloween ovvero All Hallows Evevigilia della festa di Ognissanti! Strano a credersi eppure quella che noi crediamo essere una festa pagana, una notte come tante, una non-festa, un attentato al cristianesimo, è stata, nelle sue origini una risposta cristiana al mondo pagano-rurale e ai suoi miti. Già! Perchè gli antichi padri nella fede, gli evangelizzatori delle terre del nord non hanno ignorato ciò che i loro contemporanei cercavano, ciò in cui credevano. Al contrario, hanno provato ad ascoltare con il cuore i loro bisogni, le motivazioni profonde da cui scaturivano i miti dell’oltretomba e, dalla concretezza della vita di quei fratelli e sorelle a  cui erano mandati, hanno dato una risposta di fede.

L’oltretomba non è un mito, non è uno strano gioco tra la vita e la morte. E’ reale e concreta comunione tra santi: tra i santi che già contemplano di Dio e tra i santi che camminano sulla terra allenandosi a scoprirlo e a vivere di Lui. Loro, i grandi maestri dello Spirito questo lo credevano e lo comunicavano. E’ così che nasce halloween, festa della luce, della santità, della comunione con tutti i santi!

E’ così che ve la riproponiamo! Non vogliamo peccare di anacronismo. Sappiamo che dal quel lontano 1048 le cose sono cambiate… le cose sì, ma l’Uomo no! E’ sempre lo stesso… sempre alla ricerca di se stesso e di risposte che vadano oltre se stesso… risposte tanto necessarie da cercarle in antichi e nuovi miti, culti, paganesimi. Da queste pagine desideriamo solo lanciare una sfida, un ritorno alle origini, un risveglio di quell’antico desiderio, forse troppo sopito, che abitava il cuore di tutti i santi evangelizzatori di terre nuove, lontane, ignare dell’amore di Dio: comunicare la straordinaria speranza cristiana, oggi tanto necessaria, quanto narcotizzata.

Sono pertanto alcune le cose che vi proponiamo.

  • Per un discorso un po’ più organico vi rimandiamo al post Luce o tenebra? Qui troverete anche una proposta liturgica da viversi in novembre.

  • Per i RAGAZZI vi proponiamo una dinamica che può essere proposta in parrocchia o a casa, soprattutto se si radunano figli, nipoti e loro amici. Il titolo che l’autrice le ha dato è “Festa della luce” proprio perchè desidera essere una proposta da viversi proprio nel giorno in cui molti “festeggeranno” invece la notte delle tenebre. La nostra luce è Cristo e quindi non può che essere rappresentata dalla candela e dalla Bibbia. Troverete nella scheda che potrete scaricare alcuni simboli:
    • la candela: Dio
    • le cordicelle: noi, raggi della sua luce nei luoghi quotidiani.
    • le carte di identità: la riscoperta dei santi e del loro messaggio
    • il messaggio: diventare raggi di Dio, portare luce nelle situazioni di ogni giorno.


  • Per TUTTI: una veglia eucaristica da vivere possibilmente nella notte dal 31 ottobre al 1° novembre. Potrebbe essere  vissuta anche come preghiera personale, ma consigliamo di viverla comunitariamente, per far salire a Dio i nostri inni, suppliche e cantici spirituali, come comunità riunita nel Suo Nome.

     SCARICA LA TRACCIA >>>In Cristo persone nuove

    Suor Mariangela Paoline