7 pensieri su “Halloween per me…”

  1. Un’ultima cosa, pensata stamattina proprio🙂
    Ho visto uscire da una scuola elementare dei bambini con, sul viso, ossa, sangue e tc accompagnati dai genitori.

    Mi è tornato alla mente questo post e mi sono resa conto che davvero la scimmia di Dio è molto scaltra e una sua bella vittoria se l’è presa facendo finta di essere una storiella per puritani e bigotti portando molti a dire “cosa c’è di male in un pò di divertimento”?

    Sicuramente proporrò (come da voi consigliato) al mio parroco qualcosa da fare per l’espiazione di tutte le offese che il Santissimo riceverà quella notte!

  2. 1) Festeggiare Halloween…già queste due parole non credo vadano assieme, si festeggia una nascita, un compleanno, il matrimonio e non la morte.
    2) acquistare abiti, trucchi, zucche e altre cose spaventose per? spaventarsi? Mah, il consumismo si infiltra ovunque e sfortunatamente anche nei banchi delle schuole, dalle elementari in su e dico questo perchè già in prima sdi organizzano sale e locali spaventosi per bambini delle elementari O.O
    3) invece di concentrare le nostre energie in giornate pregne di significato ed esempi da scoprire, amare e seguire come i Santi, si perde tempo in altro. Anche in alcune zone d’Italia si festeggiano i morti, ma come già detto è uan cosa positiva, nessuno attende quella notte per riti, malefici e fatture.
    Questo per dire che, se proprio ci si vuole divertire, si esca pure, a ballare, in pizzeria o altrove, ma che si faccia di quella notte un momento per sballarsi non credo che stia bene, perchè sono consapevole che molte persone lo “festeggiano” come un carnevale d’importazione, ma questo non giustifica chi perde di vista la verità.

    Gran bella iniziativa questa, mi avete portata a leggere altri pareri e per questo vi ringrazio🙂

  3. Penso che “proibire” questa festa ai bambini e ai giovani non sia molto utile perché purtroppo il divieto, in questo caso, innescherebbe una maggiore curiosità, infatti si tratta di qualcosa che viene presentato come un innocuo divertimento… e in questi casi le prediche cadono quasi sempre nel vuoto! anzi, creano il desiderio opposto di dire che “non c’è nulla di male, sono i soliti moralismi inutili”.
    non credo che in sé sarebbe una festa “anti-cristiana” essendo molto antica, però purtroppo c’è chi oggi la vive così ed è una cultura macabra che si diffonde.
    il modo migliore per salvaguardare i giovani sarebbe quello di proporre una mega-festa dei Santi nel giorno del primo novembre! questa festa, infatti, mi sembra abbastanza dimenticata… festeggiare i Santi in modo gioioso e divertente metterebbe molto più in evidenza la differenza fra le tenebre e la vera luce!

  4. Secondo me in Italia la comunità cattolica fa un inutile e falso allarmismo riguardo Halloween. In Italia ha “solo” caratteri commerciali (e già per questo andrebbe abolito), ma viene utilizzato per divertire le masse senza scopi e alla ricerca del divertimento a tutti i costi.
    Un allarmismo “utile” e mobilitante può invece essere questo: cosa cercano le tante persone che in quella notte andranno in giro a sballarsi (in nome del divertimento, cogliendo un’occasione in più per divertirti…cose oscure non c’entrano)?
    Altro tema invece fondamentale è ciò che la notte di Halloween REALMENTE di oscuro e maligno viene fatto: i sacrilegi contro l’Eucarestia. E non entro nei particolari perchè non mi piace pensare a queste cose, ma sarebbe davvero bello che tutte le nostre parrocchie, o almeno in ogni diocesi ci sia una notte eucaristica per la riparazione.
    Penso ci sia più mobilitazione da fare su questo che proibire le feste di Halloween ai nostri ragazzi a priori

  5. Nella sua versione attuale, ha a che fare con il commercio e il business.
    Nella sua forma originale era una festa pagana (esattamente come la “festa del sol invictus” diventata poi la data di celebrazione del nostro Natale) che dopo le missioni cristiane in terre nordiche venne trasformata, dopo le missioni cristiane nei territori celtici, nella festa di Tutti i Santi. Il senso era quello di dare un nuovo significato a tradizioni legate al ciclo della luce…
    Ma adesso che senso ha “festeggiare” Halloween? è solo una festa “commerciale”, che abitua al gusto del macabro (come se ce ne fosse bisogno…).
    Nella mia terra, la Sicilia, c’è una tradizione che sicuramente ha origini pagane, ma ha un significato molto bello se riportato alla nostra fede: la notte tra il 1° e il 2 novembre, i parenti defunti vengono a portare i doni ai bambini delle loro famiglie. Un tempo era una delle poche occasioni per farsi regali (fosse anche qualche abito nuovo per l’inverno o dolci preparati in casa) ma anche e soprattutto per creare un legame tra i vivi e i defunti, la “comunione dei santi”, insomma.
    Noi la chiamiamo “festa dei morti” ed è un giorno di gioia, non di tristezza.

  6. .halloween e una festa che viene dal male che si maschera di gioia ed allegria,per attirare quanti più malcapitati,inconsapevoli o consapevoli,in un macabro inno all’occultismo.

  7. Salve,penso che sia qualcosa che nn ci riguarda come Cattolici cristiani,noi festeggiamo i Santi la vita…………..grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...