Chi accoglie me – BUONA DOMENICA! XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO B

Un bambino accolto nel nome di Gesù, un’azione piccola, apparentemente insignificante, ma onesta e sincera, trasparente, fatta nel nome di Gesù, fatta cioè avendo in lui l’unica vera motivazione. Ecco, il Signore non propone modelli straordinari né azioni strabilianti o eccezionali. Accogliere un bambino, abbracciare colui, colei dal quale non potrai ricavare particolari benefici, agire con purezza di cuore: ecco, è questo il modello che Gesù offre ai suoi. E continua a offrirlo anche a noi. Questo è Vangelo! Semplice, lineare, apparentemente banale.
Ma proviamo a farlo ogni giorno, proviamo a mettere al centro della vita e delle priorità gli invisibili, i senza diritti, i fragili, gli impotenti, coloro che per vari motivi non potranno mai ricambiare.
Proviamo a essere onesti, giusti, delicati, buoni. Proviamo a non aspettarci che tutto il mondo ci giri attorno. Proviamo a non condannare e giudicare altri solo perché non ci danno quello che crediamo di meritare. Proviamo a scegliere la prospettiva del Figlio dell’Uomo. Proviamo a imparare l’arte del dono. E proviamo a farlo quotidianamente, in ogni singolo e banalissimo istante.
Proviamo a imparare da Gesù di Nazaret: dalle sue azioni, dai suoi silenzi, dalle sue scelte, dalle sue parole, dai suoi gesti.
Il Giusto sia il nostro unico modello. Le sue parole l’unico vero senso del nostro agire.
E davanti a lui proviamo a smascherarci. Smascheriamo le intenzioni che tante volte sono causa dei nostri silenzi, delle distanze che poniamo tra noi e il mondo.
Da dove vengono le liti? Le gelosie? Le guerre? La sofferenza?
Dagli altri? Beh… forse è ciò che ci viene più spontaneo pensare. Più facile e anche più comodo.
Ma proviamo ad andare dentro noi stessi, interroghiamo il cuore dei nostri desideri.
Che cosa desideriamo davvero? A che cosa pensiamo tutte le volte che il Maestro con la sua parola ci indica la via del dono?
Non esiste vera adesione al Vangelo se ognuno, in cuor suo, non sceglie di vivere il servizio, il dono, la stessa accoglienza vissuta da Gesù, Vangelo di Dio. Solo così “rischieremo davvero” di incontrare Dio.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Chi è il più grande?

Signore, tra noi chi è il più grande?
Chi tra noi vive meglio il Vangelo?
Pensieri che ci sfiorano,
ma che sono lontani da te
e dal tuo Vangelo.

Insegnaci, Maestro buono,
la discrezione dell’amore,
l’umiltà del servizio,
la delicatezza del dono.
Insegnaci a desiderare la concordia,
e a generarla.
Insegnaci ad aprirci all’altro, accogliendolo,
senza se e senza ma. Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Mc 9,30-37)

In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: «Il Figlio dell’uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà». Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo.
Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti».
E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato».

Liturgia completa su >>> CLICCA QUI

La PREGHIERA e le COVER in formato da scaricare e condividere sui social

I nostri social:

Classificazione: 5 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.