Ciò che vi comando – BUONA DOMENICA! VI Domenica di Pasqua – ANNO B

Siamo credenti! E come credenti abbiamo fatto dei comandamenti di Dio la nostra regola di vita, la legge della nostra stessa coscienza. Abbiamo fatto delle sue norme l’ago della bilancia della nostra felicità, della pace che concediamo al nostro cuore. A volte con le nostre stesse mani abbiamo legato mani e piedi alla nostra intelligenza, convincendoci che determinate regole fossero la sua volontà, i suoi comandamenti, le sue parole normative sulla nostra vita e sulla vita dell’umanità tutta. Leggi a cui dire ciecamente «sì».
Salvo poi scoprire che quelle leggi e quelle norme erano monche, parziali, non ancora compiute… in Gesù di Nazaret. È lui, è la sua vicenda umana, è la sua persona fatta carne ciò che ci permette di andare oltre le nostre umane e parziali interpretazioni dell’antica legge fatta da Dio con i nostri padri e madri nella fede. È Gesù di Nazaret a farci vedere, e quindi conoscere, la verità di Dio, del suo volto, della sua volontà che è amore. Sono le sue parole a rivelarci vie nuove, piastrellate di felicità, pienezza, amore.
Della sua avventura umana ricordiamo quasi sempre solo la croce. Ed è la croce che abbiamo assunto come assoluto della volontà di Dio. Come se solo da lì potesse passare il suo amore. E invece dovremmo con coraggio perderci molto più spesso in pagine come quelle che la liturgia oggi ci propone. Pagine trabordanti di amore, di tenerezza, di passione allo stato puro. Pagine grazie alle quali l’evangelista Giovanni ci fa contemplare la bellezza dell’amore che unisce il Padre e il Figlio, e il Padre e il Figlio a noi, a ognuno di noi, all’umanità tutta. Pagine che ci raccontano una relazione d’amore: quella di un Dio che ha amato a tal punto la condizione umana da diventare uno di noi. Quella di un Dio che continua a sceglierci, a farci suoi amici, ad affidarci l’eredità più grande, il suo vero comandamento: amare. Perché solo chi ama rende bello il mondo. Solo chi ama regala vita. Solo chi ama libera la vita.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Essere amore

Signore Gesù, ci scegli,
oggi come ieri e ci affidi l’eredità più bella,
il comandamento autentico: amare.
Perché amore scorre tra te e il Padre.
Amore ha dato vita all’universo.
Amore continua a liberare scintille di eternità.
Amore fa germogliare futuro.
Rendici amore, Signore Gesù,
per essere linfa che scorre
tra te e ogni sorella e fratello,
liberando vita.
Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Gv 15,9-17)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.

Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.

Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

Liturgia completa su >>> CLICCA QUI

La PREGHIERA e le COVER in formato da scaricare e condividere sui social

Classificazione: 5 su 5.

1 commento su “Ciò che vi comando – BUONA DOMENICA! VI Domenica di Pasqua – ANNO B”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.