Scelti, ma per cosa? – Buona domenica! – XV TEMPO ORDINARIO – Anno B

«Né pane, né sacca, né denaro» (Mc 6,8). 

Scelti, chiamati e mandati: è questo ciò che i cristiani dovrebbero essere… Perché in fondo «Chiesa-ekklésia» non è null’altro che raduno, assemblea di chiamati.
Lo erano i Dodici. Lo erano i settantadue discepoli. Lo erano le donne. Lo erano anche le folle. E in fondo lo siamo anche noi: siamo dei chiamati e mandati.
Ma per fare cosa?discepoli emmaus
Siamo indubbiamente chiamati a restare con il Maestro; a nutrire mente, cuore e desideri della sua presenza; a lasciarci trasformare dalla sua Parola che può realmente renderci nuovi… ma è sufficiente? Siamo chiamati semplicemente per ricevere? Per essere soggetti passivi della grazia, del suo amore?
Comodo!
Il Vangelo chiude così: «Essi, partiti, proclamarono che la gente si convertisse, scacciavano molti demòni, ungevano con olio molti infermi e li guarivano» (Mc 6,12). E la chiusura fa pendant con l’apertura: «Chiamo a sé e prese a mandarli».
Prego su questi pochi versetti e non riesco a non pensare a noi: noi, chiusi nelle nostre Chiese (a eccezione di particolari eventi organizzati); noi, al sicuro delle nostre comunità religiose; noi, bloccati nelle nostre case di cui garantire il benessere… anche se il vicino ha problemi; noi, strenui sostenitori della difesa delle nostre nazioni; noi abitanti del villaggio globale che del mondo vogliono le risorse, ma che rifiutano di raccogliere le lacrime.
Noi, discepoli della Via, che di quel Cristo stiamo diventando scandalo.
Noi, testimoni di cosa? Di un Vangelo ostentato e puntualmente tradito dalle nostre logiche individualistiche e nazionalistiche di esistenza!
In molti ultimamente si stanno impegnando a liberare il mondo dallo straniero.
Ma, noi credenti, dovremmo essere quelli chiamati ad andare, anche nelle piazze, per liberare fratelli e sorelle, anche stranieri, dalle attuali disumane logiche del mondo.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Chiamati ad andare

Andare, liberi e leggeri, questo ti chiediamo, Signore…
Imparare ad andare sciolti da ogni sicurezza
e avendo con noi il solo carico di amore e misericordia
che ci chiedi di liberare nel mondo.
Nulla, neppure la polvere del rimpianto ci rallenti.
Nulla, neanche l’umano fallimento ci blocchi.
Insegnaci ad andare per far brillare nel mondo
la tua presenza che libera e accoglie,
perdona e guarisce tutti senza alcune differenza.
Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA  (Mc 6,7-13)

In quel tempo, Gesù chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli a due a due e dava loro potere sugli spiriti impuri. E ordinò loro di non prendere per il viaggio nient’altro che un bastone: né pane, né sacca, né denaro nella cintura; ma di calzare sandali e di non portare due tuniche.
E diceva loro: «Dovunque entriate in una casa, rimanetevi finché non sarete partiti di lì. Se in qualche luogo non vi accogliessero e non vi ascoltassero, andatevene e scuotete la polvere sotto i vostri piedi come testimonianza per loro».
Ed essi, partiti, proclamarono che la gente si convertisse, scacciavano molti demòni, ungevano con olio molti infermi e li guarivano.

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook, google plus e twitter.

XV TO_ preghiera
Scarica la fotopreghiera
XV TO_fb
Scarica la cover per facebook
XV TO_twitter
Scarica la cover per twitter
XV TO_google
Scarica la cover per google

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.