Alla tua presenza – Buona domenica! – Solennità del Corpus Domini – anno C

«Lo Spirito vi insegnerà ogni cosa» Gv 14,26

Celebriamo in questa domenica la solennità del Corpus Domini, e celebrando ringraziamo il Padre per il grande dono del Corpo del Signore che dà vita alle nostre vita, che ci nutre e sostiene i nostri passi verso Dio e verso il mando… passi che ripercorrono gli stessi del suo Signore.
Ma una domanda, oggi, diventa incontenibile: cos’è il Corpo del Signore? No, non prendetemi per folle. Lasciatevi portare dentro questa domanda, e quindi dentro questa riflessione.
È chiaro per tutti noi che il Corpo del Signore è l’Eucaristia, la presenza sacramentale del Risorto che si rinnova per noi, e a noi di offre per amore, per la nostra salvezza. E fin qui tutto bene. È lui che si offre a noi.
Ma Corpo del Signore è anche la Chiesa. Giusto? O almeno è quello che diciamo. Quindi lo è.
E poi san Paolo aggiungeva che noi siamo tutti membra dell’unico Corpo, il cui capo è Cristo. Quindi, se la logica qualche senso lo ha anche nella fede, allora possiamo concludere che celebrando il Corpus Domini noi non siamo chiamati semplicemente a guardare fuori di noi – a lui –, ma siamo interpellati a diventare quel Corpo, quel suo Corpo vivente oggi, che è sacramente vivente della sua salvezza.
Chiederete: ma come si fa? Ci vorrebbero i miracoli! Beh, ma comunicarsi al suo Corpo – l’Eucaristia – altro senso non ha se non diventare parte viva del suo Corpo vivo. È lo Spirito che, agendo in noi, fa sì che comunicarsi al suo Corpo, lasciarci penetrare dalla sua vita ci trasformi da singoli in comunità, da parti singole in membra comunicanti. È il grande miracolo che lo Spirito opera in noi. Ma a noi spetta dire il nostro sì. A noi è chiesto di aderire, di non porre ostacoli, di lasciar operare Dio. E allora non ci resta che dare quel poco che abbiamo, come il Vangelo chiede. Noi stessi abbiamo qualcosa da dare: da quel poco Dio inizia per ridonare vita al mondo, per rendere l’umanità suo corpo vivente, elargitore di salvezza.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Alla tua presenza

Ti lodo, Signore mio Dio!
Ti adoro, Pane di vita,
che nutri e fecondi il mondo;
che alimenti e dai sostegno
alla storia del mondo
e alla mia… piccola e fragile.

Io ti adoro, fragile Pane,
la cui vita rigenera l’universo.
Ti benedico, perché in te
tutto è possibile, ogni giorno;
in te tutto rinasce;
in te tutto si ricrea.

Eccomi, Signore, silenzioso,
resto alla tua presenza.
Amen.

DAL VANGELO della domenica [Gv 16,12-15]

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso.
Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future.
Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook

Corpus Domini NUOVOcorpus domini cover_fbcorpus domini_C_googlecorpus domini_C_twitter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.