non vedere

Di fronte al dolore del mondo…

Perché il male? Perché il dolore innocente? Perché questa assurda impotenza di fronte all’ingiusto dolore?

Dimmi, quante volte hai rivolto al cielo queste domande? 
E quante il volte il cielo ti ha risposto?
Quante volte il suo silenzio ti ha convinto?   

Dimmi, compagno di strada in questo mondo, quante volte hai chiesto alla natura di darti le ragioni dei forti venti che risucchiano in pochi istanti persone, esseri viventi e cose? Quante volte le hai chiesto perché il mare e la terra sembrano tradire l’uomo che dovrebbe dominarli?non vedere

E ora dimmi, perché continui a pretendere da Dio e dal cosmo risposte sensate e convincenti e a te stesso e alla tua coscienza non osi fare neppure una sola domanda?
Perché non chiedi alla tua mano perché ha ucciso?
Perché non chiedi ai tuoi occhi perché non hanno voluto vedere?
Perché continui a non chiedere alle tue orecchie perché non vogliono sentire e alla tua bocca parlare?

Dimmi, fratello, perché, oggi, non domani… perché, oggi, non chiedi al tuo cuore e alla tua coscienza di imparare ad amare, a prendersi cura del mondo e dell’altro, a proteggere il povero e l’ultimo, a perdonare e costruire la civiltà della misericordia?

Dimmi uomo, perché vuoi dominare le leggi di una natura che non è nata da te, perché vuoi insegnare a Dio come si governa il mondo e poi tu, io, noi, stiamo trasformando il mondo e ogni sua creatura in uno sterminato campo minato? In un territorio nemico da depredare?crocifisso cv

Con queste domande voglio prepararmi a entrare nella settimana santa… perché la passione del Giusto innocente, condannato a morte, possa davvero insegnarmi qualcosa… possa accompagnarmi nel cuore di questa storia, ferita dalla violenza umana e tradita dalle mille forme di odio e vendetta, per amarla, per accarezzarne le lacrime, per impedire all’odio di fornire le risposte migliori. 

Di fronte a quel crocifisso non chiederò: “Dio, dove sei?”, ma mi alzerò e proverò a impedire che quella croce sia ancora possibile… per altri. E se non ci riuscirò, mi avvicinerò ai crocifissi condannati e morenti e starò lì, con loro, anche nella morte.

Così la Pasqua potrà profumare di risurrezione, anche per me, anche oggi, anche per questa nostra porzione di storia!

suor Mariangela, fsp

2 pensieri su “Di fronte al dolore del mondo…”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...