Testimoni di… – BUONA DOMENICA! III Domenica di Pasqua – ANNO B

Di che cosa siamo testimoni? Di chi?
Di un fantasma visto da alcuni? Di un’energia che i più sensibili (e fortunati) percepiscono? Di eventi straordinari concessi a pochi? Di che cosa la Pasqua ci rende testimoni?
Il Vangelo della III domenica di Pasqua si conclude così: «Di questo voi siete testimoni», e si apre con i due discepoli che lasciando Gerusalemme alla volta di Emmaus raccontano agli altri «ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto Gesù nello spezzare il pane». In mezzo – tra l’inizio e la fine – c’è un’esperienza concreta: quella che i discepoli fanno della presenza di Gesù. Un’esperienza segnata da paura, tensione interiore, turbamento, dubbio, incomprensione.
Gesù, il crocifisso, morto e sparito dal sepolcro, appare ai suoi discepoli. Noi diremmo morto e risorto, perché oggi ci siamo abituati all’idea. Ma per gli Undici, e per tutti gli altri, non era così. In quel corpo risorto avrebbero dovuto imparare a credere. E la fede per essere vera e concreta, prima di diventare affidamento, attraversa sempre lo sconvolgimento, la tensione, la paura. È l’umano che deve imparare ad adattarsi al divino. Niente di più. È il cammino della fede raccontato pur in modo diverso da tutti gli evangelisti.
Luca ha a che fare con una comunità in qualche modo già capace di pensare e credere a presenze sovrumane, ai ritorni di anime defunte, a una certa commistione con le divinità. Per questo puntualizza con estrema precisione: Gesù, dopo la morte, non ritorna come un fantasma. La sua è una condizione nuova, una presenza inedita. Toccare, spezzare, guardare, mangiare: questa volta è necessario. Non è la richiesta di un discepolo incredulo, ma è lo stesso evangelista ad accompagnare la comunità a fare esperienza di questo nuovo Gesù. Ecco, è questa esperienza che noi raccontiamo, oggi come ieri, come duemila anni fa. È di questo che siamo testimoni: colui che ha patito ed è morto davvero, noi oggi lo contempliamo risorto. E nel suo nome non possiamo seminare condanne ma perdono dei peccati, cominciando proprio da Gerusalemme, cominciando proprio lì dove l’innocente è stato ucciso.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Testimoni di risurrezione

Signore risorto, incontraci,
aprici alla tua vita,
tiraci fuori dal torpore,
facci fare esperienza di te,
del tuo amore,
della tua salvezza.
Non c’è altra verità
da raccontare al mondo.
Non c’è altro di cui l’umanità
abbia davvero bisogno.
Rendici testimoni, Signore,
di una vita risorta, trasparente,
libera e liberante:
una vita, la tua,
che dona pienezza. Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Lc 24,35-48)

In quel tempo, [i due discepoli che erano ritornati da Èmmaus] narravano [agli Undici e a quelli che erano con loro] ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto [Gesù] nello spezzare il pane.

Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.

Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni».

Liturgia completa su >>> CLICCA QUI

La PREGHIERA e le COVER in formato da scaricare e condividere sui social

Classificazione: 5 su 5.

1 commento su “Testimoni di… – BUONA DOMENICA! III Domenica di Pasqua – ANNO B”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.