Chiamati dall’amore – Buona domenica! – IV Domenica di Pasqua – Anno A

«Egli chiama le sue pecore, ciascuna per nome, e le conduce fuori» (Gv 10,1-10)  

In tempi di intercettazioni, di coscienze corrotte, di manipolazioni e di tutto ciò che poco ha a che fare con la trasparenza è straordinario fermarsi e pregare sulla figura del buon Pastore. Il Vangelo ce lo
presenta come una figura tersa, trasparente, libera: mossa solo dall’irrefrenabile voglia di custodire, difendere, proteggere, spingere oltre, accompagnare. Ecco: questo è Dio! Così lo presentavano i profeti: come colui che accompagna piano le pecore madri, si carica gli agnellini e riesce a stare dietro al passo lesto e irrequieto dei capri più giovani.
Il Signore si presenta così alla nostra vita; così bussa alla nostra coscienza. È colui che ci ha salvato, che ha dato la sua vita per liberare la nostra: per questo non chiude i recinti, per questo non ha bisogno di infiltrarsi nella nostra vita. Lui bussa, semplicemente bussa. Chiama, invita… e la sua voce ha il gusto dell’amore. Le sue mani non hanno una verga per colpire, ma un bastone per
accompagnare, per segnare a strada, per ritmare il cammino. Di fronte alla figura bella e buona del divino Pastore non ci resta che sostare in silenzio, contemplando l’infinito dono della bontà di Dio. Non dobbiamo temere: colui che ci ha salvato non ci abbandonerà, mai!
C’è forse solo qualcosa che vorrebbe chiederci: vorrebbe tirarci fuori dai recinti in cui spesso ci rifugiamo per paura di noi stessi e del mondo, per timore di delusioni o per sfiducia. Colui che ha salvato il mondo vorrebbe accompagnarci a vivere nel mondo, diventando per il mondo testimoni e costruttori di salvezza.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Chiamati dall’amore

Chiamaci, Signore,
e noi riconosceremo la tua voce.

La tua voce è la sola
a spingerci verso orizzonti di libertà;
le tue mani sono le sole
a farci sentire premura e sicurezza,
i tuoi passi sono i soli
ad accompagnarci senza farci violenza alcuna.

Signore Gesù, pastore buono e bello,
spingici fuori dai nostri stretti recinti
e accompagnaci verso le vie spaziose e rischiose dell’amore.
Amen.

PREGHIERE DEI FEDELI PER BAMBINI

Queste preghiere possono essere pregate dai bambini durante la celebrazione eucaristica domenicale, ma anche in un momento dell’incontro di catechesi dopo averli introdotti al vangelo della domenica.

Leggi il testo e scarica il pdf >>>  Preghiere dei fedeli – VI Domenica di Pasqua

GUIDA O CELEBRANTE: Gesù è per noi come un pastore buono che non smette mai di custodire il suo gregge, proprio come un papà o una mamma che non perde mai d’occhio i propri figli, insegnando loro a camminare. Diciamogli insieme: Resta sempre con noi, Signore Gesù.

LETTORE: Signore Gesù, la Chiesa è come una grande casa nella quale tu ci chiami per insegnarci a vivere l’amore e la fraternità. Per papa Francesco, per tutti i nostri vescovi e sacerdoti, e per tutti noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, a volte siamo come giovani agnellini irrequieti: ci piace molto giocare, correre, divertirci e spesso non riusciamo a fermarci per provare ad ascoltare la tua voce. Ma tu non stancarti di chiamarci, noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, pastore buono, sono tante le persone grandi che pensano che tu non esista, che non vogliono sentir parlare di te. Per tutti loro noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, tu sei un pastore buono che guida tutti noi con amore: noi oggi ti preghiamo per le persone potenti della terra, quelle che hanno le armi e che possono uccidere tanti innocenti. Insegna loro ad amare, noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, anche oggi tu continui a chiamare tante persone a fare quello che tu hai fatto: dare la vita per amore. Per tutti coloro che con coraggio e generosità accettano la tua proposta, noi ti preghiamo. Rit.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA  (Gv 10,1-10)

In quel tempo, Gesù disse:
«In verità, in verità io vi dico: chi non entra nel recinto delle pecore dalla porta, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. Chi invece entra dalla porta, è pastore delle pecore.
Il guardiano gli apre e le pecore ascoltano la sua voce: egli chiama le sue pecore, ciascuna per nome, e le conduce fuori. E quando ha spinto fuori tutte le sue pecore, cammina davanti a esse, e le pecore lo seguono perché conoscono la sua voce. Un estraneo invece non lo seguiranno, ma fuggiranno via da lui, perché non conoscono la voce degli estranei».
Gesù disse loro questa similitudine, ma essi non capirono di che cosa parlava loro.
Allora Gesù disse loro di nuovo: «In verità, in verità io vi dico: io sono la porta delle pecore. Tutti coloro che sono venuti prima di me, sono ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati. Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvato; entrerà e uscirà e troverà pascolo.
Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza».

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook, google plus e twitter.

IV Pasqua_preghiera
Scarica la fotopreghiera
IV Pasqua_GeV
Scarica la cover per facebook
IV Pasqua_google
Scarica la cover per google plus
IV Pasqua_twitter
Scarica la cover per twitter

2 pensieri su “Chiamati dall’amore – Buona domenica! – IV Domenica di Pasqua – Anno A”

  1. tutto interessante e utilissimo per le celebrazioni. SONO IN DIFFICOLTA’ PERCHE’ NON TROVO LA LITURGIA COMPLETA PER LA V DOMENICA DI PASQUA ANNO A. GRAZIE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...