marta e maria

Le donne a Gerusalemme – martedì santo

Giuda, preso un distaccamento di soldati e delle guardie si recò là con lanterne, torce e armi. Gesù allora, conoscendo tutto quello che gli doveva accadere, si fece innanzi e disse loro: «Chi cercate?». Gli risposero: «Gesù, il Nazareno». Disse loro Gesù: «Sono io!». Vi era là con loro anche Giuda, il traditore. Appena disse «Sono io», indietreggiarono e caddero a terra. Domandò loro di nuovo: «Chi cercate?». Risposero: «Gesù, il Nazareno». Gesù replicò: «Vi ho detto che sono io. Se dunque cercate me, lasciate che questi se ne vadano» (cfr. Gv 18,3-8).

Strade di Gerusalemme. Un gruppo di donne, smarrito, le percorre come sospinto da un vento che le porta davanti a un immenso portone di legno rinforzato da chiodi. I volti delle donne non si distinguono…  donne a Gerusalemme tra folla

Donne

Dove ti hanno portato? Nessuno vuole ascoltarci, solo tu ci ascoltavi, solo tu ci parlavi. Ma non riusciranno a convincerci che il nostro sia stato soltanto un sogno, un’illusione di libertà. Qualcuno ci ha detto che ti hanno preso di notte, in un luogo dove li aspettavi pregando.   

La portinaia

Appena l’ho tirato per la manica ha sgranato gli occhi, dalla paura non aveva neanche il fiato per rispondermi. Non capisco, voglio solo che qualcuno mi dica qualcosa su quel poveretto che hanno trascinato dentro, poco fa. Era pallido come uno straccio. Quanti ne ho visti conciati a quel modo!
Prima che arrivassero tutti gli altri con quel poveraccio, è tornato a casa Malco, mio nipote. Era fuori di testa poverino. È crollato, si è seduto sul gradino e si è messo a piangere. Poi mi ha raccontato una storia incredibile.   

Allora Simon Pietro, che aveva una spada, la trasse fuori e colpì il servo del sommo sacerdote e gli tagliò l’orecchio destro. Quel servo si chiamava Malco. Gesù allora disse a Pietro: «Rimetti la tua spada nel fodero; non devo forse bere il calice che il Padre mi ha dato?» Le guardie dei Giudei afferrarono Gesù, lo legarono e lo condussero prima da Anna. Intanto Pietro seguiva Gesù. La giovane portinaia disse a Pietro: «Forse anche tu sei dei discepoli di quest’uomo?». Egli rispose: «Non lo sono» (cfr. Gv. 18,10-12.14-17).

La portinaia

Quel Gesù gli aveva riattaccato un orecchio. Così quando poco dopo sono arrivati gli altri e hanno portato da Caifa quel profeta mi è venuta la curiosità di sapere qualcosa di più. Anch’io, prima di andarmene, vorrei capire qualcosa di questo mondo in cui ho vissuto come in un sogno. Ho voglia che qualcuno dica anche a me: «Donna, hai sofferto? Donna non c’è mai stato nessuno che abbia avuto pietà di te?». Forse quel Gesù avrebbe potuto dirmelo, peccatrice perdonatama l’ho incontrato troppo tardi.
Ho esperienza: so come vanno a finire queste cose. Per questo ho tirato la manica a quel suo amico, Pietro, speravo che mi dicesse qualcosa di più. Invece mi ha detto che non lo conosceva, che non lo aveva mai visto ed è scappato. Gli sono andata dietro di nascosto, l’ho visto: appena fuori dal portone si è appoggiato al muro ed è scoppiato in singhiozzi.
Tutti piangono stasera e nessuno mi dice nulla. Ma io non ho più voglia di vivere così. Mi alzerò e, quando lo porteranno fuori, io seguirò quel Gesù e forse si accorgerà di me e mi dirà: «Donna, hai sofferto molto, hai atteso molto, ma adesso io sono venuto anche per te».

Sostiamo, pregando oggi, in comunione con ogni donna non amata, usata, violentata; con ogni donna di cui viene violata la dignità.

Dio dell’amore e Signore della tenerezza,
abbracciaci con la delicata forza della misericordia,
facci gustare la gioia intima e profonda
della gratuità di chi ama, donando la vita.

Il testo virgolettato è tratto dal testo Gesù e le donne di Ferruccio Parazzoli, Paoline

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...