CATECHISTI PARROCCHIALI – Marzo 2012 – IL VOLTO DEL FRATELLO

UN IMPEGNO QUOTIDIANO

di F. Carletti – A.M. D’Angelo

La catechesi è un percorso per crescere come cristiani e rassomigliare sempre più a Gesù. Per raggiungere tale obiettivo occorre esercitarci, giorno per giorno, concentrando la nostra attenzione sui piccoli gesti e sugli atteggiamenti nei confronti delle persone e delle cose.
Come cristiani non possiamo migliorarci se non comprendiamo la necessità di allenarci, assumendo, momento per momento, comportamenti positivi. Decidere di migliorare in generale non porta a nulla, se non a demoralizzarci per l’impossibilità di vederne i frutti. Un impegno concreto è, invece, misurabile e verificabile, ma soprattutto, posso osservarne gli esiti,

Assunto un impegno, non possiamo dimenticarcene.
In più, se esso è preso insieme con gli altri componenti della famiglia, possiamo aiutarci a vicenda nel ricordarcelo e nel trovare la spinta a compierlo giorno per giorno.
Vi proponiamo di realizzare un calendario di Quaresima che coinvolga l’intera famiglia dei ragazzi: prendete un foglio con indicati i giorni della settimana; in corrispondenza del giorno che stiamo vivendo, posizioneremo il nostro agnello, per ricordarci di Gesù, l’Agnello di Dio, che per amore si è preso l’impegno più grande di tutti: sacrificare la sua vita per la nostra salvezza.

Materiale: 1 foglio di carta bianco di almeno 220 gr, pennarelli colorati, forbici, colla stick, colla vinavil, nastro di velcro, cotone idrofilo.
Per realizzare il calendario:
• Si disegna un agnello sul foglio di carta.
• Si ritaglia la figura e si applica la colla vinilica sul corpo.
• Si attacca sulla colla il cotone idrofilo, in modo da dare morbidezza e spessore alla pancia dell’agnellino.
• Si attacca dietro all’agnello un quadretto di velcro.
Realizziamo ora il calendario sul quale l’agnello verrà spostato giornalmente per ricordarci del nostro impegno quaresimale.
• Prendiamo di nuovo il foglio di carta di 220 gr e vi disegniamo una tabella con i giorni della settimana. In corrispondenza di ogni giorno applichiamo un quadretto di velcro, che costituisce l’appoggio per l’agnello.
• Il calendario potrà essere colorato e decorato a piacere.

In casa si appende il calendario della Quaresima in un posto ben visibile e abbastanza frequentato, meglio se consente anche di stare comodi.
Il fanciullo, la sera, dopo cena, presenta ai genitori «l’agnellino» che ha ricevuto a catechismo, o invita i genitori a costruirlo con lui.
Il papà lo tiene nel palmo della mano e lo propone all’osservazione di tutti.
La mamma, dopo un po’ di silenzio, legge lentamente il brano di Gv 1,29-34.
Dopo un momento di raccoglimento il papà spiega il senso del gesto: Giovanni Battista presenta Gesù come «l’agnello di Dio»: la sua persona, i gesti, le scelte, la morte in croce, hanno segnato il corso della storia e del mondo! Mentre noi, oggi, non facciamo che correre e sopraffarci a vicenda! Non siamo capaci di fermarci accanto a un malcapitato; e quando arriviamo a casa, la sera, quasi non abbiamo voglia di guardarci in viso e scambiarci un sorriso. Continuiamo a «correre» per metterci davanti al televisore!
Dopo ancora qualche istante di silenzio la mamma sottolinea: È vero, Gesù è un agnello indifeso, ma capace di sacrificare se stesso per tutti noi!
Ora tocca al fanciullo intervenire: all’incontro di catechesi tutti ci siamo impegnati in gesti concreti di amore e di servizio, soltanto «per amicizia». Vogliamo impegnarci anche come famiglia?

In questo modo tutta la famiglia può impegnarsi e ritrovarsi la sera “attorno” all’ «agnellino» per condividere i piccoli-grandi gesti di amore concreto, vissuti nella giornata; poi, posizionando l’agnello nella casella del giorno corrispondente si prega insieme:

Signore Gesù, Agnello di Dio
che hai dato la vita per noi,
aiutaci a saperci fermare,
per fare quattro passi con un amico;
a rinunciare alla televisione,
per guardarci negli occhi e ascoltarci;
a dirci spesso con gesti di affetto:
«Ti voglio bene». Amen.

Questi e molti altri suggerimenti per la catechesi dei ragazzi nel numero di Marzo di Catechisti Parrocchiali.

Per vedere il sommario di Catechisti Parrocchiali di Marzo 2012 clicca qui

Per info e abbonamenti:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...