Buona domenica!

Purificazione

“Se vuoi, puoi purificarmi!”.
Ne ebbe compassione, stese la mano,
lo toccò e gli disse:
“Lo voglio, sii purificato!”.
E subito la lebbra scomparve da lui
ed egli fu purificato.

Dal Vangelo di Marco (Mc 1,40-45)
VI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO -Anno B-

 

La parola a…
don Paolo Curtaz

E’ difficile, oggi, parlare del Vangelo.
Difficile, perchè il Vangelo di oggi parla del dolore.
Difficile perchè il dolore, sempre evitato, nascosto, perso nell’oblio delle vite private, apre tutti i telegiornali, diventa dibattito pubblico, opinione politica, guerra di parole. Difficile perchè il dolore, sempre osceno, sempre impudico, sempre guardato da lontano, con timore e ansia, viene sbattuto in faccia per obbligarci a schierarci.
Nella vita di ognuno di noi il dolore è presente. Ogni uomo ne è travolto, quotidianamente.
La morte improvvisa di una sposa, la malattia di un bambino, un lutto che decima una famiglia, sono esperienze che, quando bussano alla porta, sminuzzano la fede con una lametta, facendola sanguinare e, spesso, spegnendola.
La Parola di oggi ci illumina: Gesù chiede al lebbroso guarito il SILENZIO.
Non vuole passare come guaritore, come un santone, certo, ma vuole anche indicarci il sielnzio come unica strada per riflettere sul dolore.
Dio tace, di fronte al dolore, e lo porta con sè, lo salva, lo riempie di condivisione.
Gesù non dona nessuna risposta al dolore, lo condivide con passione.
Gesù propone nella solidarietà condivisa l’alternativa. Un dolore condiviso e redento ci rende autentici, dona forza e speranza, mantenendo intatto l’aspetto misterioso (misterico) del dolore del mondo.
Davanti al mistero del dolore, Gesù non dona risposte, ma soffre, amando.

 

…e per riflettere puoi scaricare: Punto di partenza

 

Buona domenica è anche una newsletter che puoi ricevere, ogni settimana, direttamente nella tua casella di posta elettronica… Vangelo, riflessioni, novità in libreria, notizie dalle missioni, iniziative… Scrivi a buonadomenica e la riceverai…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.