Foto social

Un dono a cui rispondere – BUONA DOMENICA! XXVIII Tempo Ordinario – ANNO A

Quanto è premuroso Dio!
È simile a quel re che il Vangelo presenta in questa domenica: egli prepara un ricco banchetto di nozze per il figlio e lo trasforma in dono per gli invitati. Non si arrende davanti ai rifiuti. Il dono è ricco, preparato con cura, e ora è pronto per essere accolto.
Ma qualcosa non funziona. Coloro per i quali era stato preparato non accettano.
Il dono non è a senso unico: ogni dono di Dio è una chiamata, una proposta d’amore che interpella la nostra libertà. Non è il banchetto riccamente allestito a renderci dei privilegiati. Non sono i doni sovrabbondanti e immeritati a fare di noi dei figli amati. Dio prepara ricchezze d’amore e di vita per ogni popolo, per i buoni e per i cattivi. Il sole della Grazia brilla su tutti, feconda ogni terreno, ovunque vorrebbe poter generare vita. Ma è solo la nostra risposta al dono ricevuto a renderci figli prediletti. È la volontà di accogliere il dono custodendolo e permettendogli di germogliare in noi ad avvicinarci a Dio al punto tale da poter vivere della sua vita, respirare del suo stesso Spirito.
Ci sono precisi atteggiamenti rispetto ai quali il Vangelo ci mette in guardia: occupati, distratti, noncuranti, violenti. Erano così coloro che hanno rifiutato il dono. E sono questi di fatto gli atteggiamenti che ci impediscono di accorgerci di quanto Dio ogni giorno faccia per noi.
Di contro sembrerebbe esserci un particolare atteggiamento, simboleggiato dalla veste nuziale (che spero non venga sottratta al vostro ascolto dalla forma breve del Vangelo…): è la consapevolezza.
Colui che al banchetto di nozze è andato senza la veste nuziale è stato noncurante, distratto e forse troppo occupato; come chi ha rifiutato.
Il dono che ci è offerto gratuitamente non può essere calpestato dalla distrazione. È la vita di Dio che non si può usurpare, violare. Va accolta, custodita, preferita rispetto al resto. Darle spazio e permetterle di vivere in noi significa esercizio di ascolto, di delicatezza interiore, di discernimento, di cura.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Dono del Padre

Signore Gesù, dono del Padre,
pane che nutre il nostro vivere,
presenza che orienta e sostiene
ogni nostra scelta,
insegnaci a coltivare la delicatezza
che sa accorgersi del dono, di ogni dono,
e accoglierlo, facendogli spazio,
permettendogli di vivere,
diventandone casa.

Nulla di ciò che il Padre ci ha donato
sia sprecato.
Tu, Figlio amato, insegnaci a rispondere
amando.
Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Mt 22,1-14)

In quel tempo, Gesù, riprese a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti e ai farisei] e disse:
«Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire.
Mandò di nuovo altri servi con quest’ordine: Dite agli invitati: “Ecco, ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e gli animali ingrassati sono già uccisi e tutto è pronto; venite alle nozze!”. Ma quelli non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari; altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero. Allora il re si indignò: mandò le sue truppe, fece uccidere quegli assassini e diede alle fiamme la loro città.
Poi disse ai suoi servi: “La festa di nozze è pronta, ma gli invitati non erano degni; andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze”. Usciti per le strade, quei servi radunarono tutti quelli che trovarono, cattivi e buoni, e la sala delle nozze si riempì di commensali.
Il re entrò per vedere i commensali e lì scorse un uomo che non indossava l’abito nuziale. Gli disse: “Amico, come mai sei entrato qui senza l’abito nuziale?”. Quello ammutolì. Allora il re ordinò ai servi: “Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti”.
Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti».

Liturgia completa su >>> CLICCA QUI

La PREGHIERA e le COVER in formato da scaricare e condividere sui social

Classificazione: 5 su 5.

1 commento su “Un dono a cui rispondere – BUONA DOMENICA! XXVIII Tempo Ordinario – ANNO A”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.