4635

Eccolo, è lui! – Buona domenica! – II Tempo Ordinario – Anno A

“Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. Gv 1,33

Giovanni: che persona straordinariamente libera! Con se stesso, quando vedendo l’agire di Gesù rimette in discussione le sue certezze e le sue attese. Con coloro che lo seguivano e condividevano la sua vita, quando consapevole di ciò che sta Battistaaccadendo sotto i suoi occhi li manda, senza indugio, da colui che sarà il solo Maestro. Giovanni è talmente libero dentro da riuscire a vedere l’agire di Dio nella storia quotidiana, inaspettato e sorprendente, destabilizzante quanto a certezze acquisite e tradizioni.
Dio si è manifestato in una storia di peccato consegnato, ha camminato tra gente desiderosa di conversione: il Padre ha confermato il Figlio-Gesù in un momento particolare e per molti aspetti scandaloso: il battesimo di conversione a cui erano chiamati solo i peccatori. Il Padre rivela lì il Figlio e Giovanni ha occhi che vedono, mani che indicano, lingua che annuncia.
Quanto è lontano questo modo di rivelarsi dall’ingresso trionfale del Messia che tutti attendono… eppure Giovanni riesce a riconoscerlo. Il suo mondo interiore, le tradizioni colombaimparate e trasmesse non gli impediscono di riconoscere Dio, perché è Dio che lui ascolta; è la sua voce che gli fa da guida. Giovanni vede lo Spirito discendere su Gesù e ricorda ciò che colui che lo ha inviato gli aveva detto.
Riusciremo a riconoscere Dio presente nella nostra storia?
Riusciremo a indicarlo ad altri?
Riusciremo a impedire alle nostre certezze interiori di vietarci lo stupore?
Dio riuscirà a stupirci?

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Ecco l’Agnello di Dio

Signore Gesù, non ti chiedo altro:
vorrei occhi capaci di vederti,
mani libere che sappiano indicarti a chi ti cerca
e una parola non timorosa
che sappia annunciare la tua presenza.

Lo so: non è poco, ma non è neppure troppo.
Io, Signore, ci metto il desiderio;
tu mettici il tuo Spirito,
perché resti su di me, come è stato su di te
e mi renda capace di parole e gesti
che profumino di Vangelo. Amen.

PREGHIERE DEI FEDELI PER BAMBINI

Queste preghiere possono essere pregate dai bambini durante la celebrazione eucaristica domenicale, ma anche in un momento dell’incontro di catechesi dopo averli introdotti al vangelo della domenica.

GUIDA O CELEBRANTE: La voce di Giovanni Battista oggi dice anche a noi: guardate, Dio è qui, lui viene per liberarci, per sciogliere ogni catena che imprigiona il cuore. Rivolgiamoci a lui, sapendo che anche ora può prendere su di sé i nostri errori. Diciamogli insieme: Ascoltaci, Signore.

LETTORE: Signore Gesù, ti preghiamo per papa Francesco, per tutte e persone a cui ogni giorno, senza stancarsi mai, annuncia la tua Parola, insegna le tue vie, mostra la tua misericordia. Noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, noi sappiamo che tu cammini, anche oggi, lungo le strade del nostro quartiere e della nostra città, ma noi spesso non riusciamo proprio a vederti. Insegnaci a cercare nel modo giusto. Noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, tante volte i nostri catechisti ci dicono chi sei, dove cercarti, come pregarti, quando incontrarti. Oggi ti preghiamo per loro: dona il tuo Spirito perché siano sempre creativi e appassionati nel mostrarci il tuo volto. Noi ti preghiamo. Rit.

Signore Gesù, ti preghiamo per la nostra comunità parrocchiale e per il nostro gruppo di catechesi: le nostre parole, i nostri gesti, le nostre scelte, come quelle di Giovanni, siano per gli altri una possibilità in più per incontrare te. Noi ti preghiamo. Rit.

TUTTI I BAMBINI INSIEME:
Signore Gesù, lo sappiamo, è difficile, ma anche noi come Giovanni vogliamo diventare microfoni del tuo amore; vogliamo riuscire a dire a tutti gli altri: «Guardate, Dio è qui, per noi, perché ci ama». Insegnaci a farlo, a non avere paura del giudizio degli altri, a non scoraggiarci, a non andare via perché gli altri fanno così. Tu, Gesù, puoi aiutarci a vincere in amore! Amen.

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Gv 1,29-34)

In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele».battesimo battista
Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio».

La PREGHIERA  in un formato da scaricare e condividere sui social e la fotocopertina per facebook, google plus e twitter.

ii-to-fano

ii-to_gev
Scarica la cover per facebook
ii-to_google
Scarica la cover per google plus
ii-to_twitter
Scarica la cover per twitter

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...