Il mio gruppo: tenda o prigione?

 

“Il gruppo lo frequento… è chiaro! A volte è una tenda speciale! Se lo guardi da fuori ti sembra grande, spazioso, poi se ci stai dentro ci sono volte in cui diventa stretto… Non so… sarà perchè c’è sempre qualcuno che ne sa una in più di me, che la vuole sempre vinta… certe volte stringe, ma senza di voi ragazzi… non riuscirei neppure ad alzarmi la mattina”.

E per te? Cos’è il gruppo? Tenda o prigione?

 

7 pensieri riguardo “Il mio gruppo: tenda o prigione?”

  1. Le delusioni, l’ incomprensione, le cadute fanno molto male, e come fanno male! A volte è tutto così difficile, però anche quando la nostra anima è buia, c’è sempre una lucina che indica che Gesù è là, pronto ad accoglierci con tutti i nostri limiti e difetti. Il gruppo è libertà perchè avendo come Maestro Gesù, egli è sempre con le braccia aperte, pronto ad accogliere ed anche a lasciare andare per la propria strada, senza smettere di amarlo, chi vuol percorrere altri sentieri. “Noi viviamo al congiuntivo”. A presto mitiche suore, i Cronoscout vi aspettano.

  2. Il gruppo tenda o prigione?
    Domanda all’apparenza banale, ma forse, se si cominciasse ad abbattere il muro dell’apparenza che oggi investe tutte le cose che ci circondano , la domanda risulterebbe tutt’altro che banale, e senza filosofizzare mi piacerebbe partire dal significato stesso della parola gruppo!!!!!
    Il gruppo è un insieme di persone unite fra loro da vincoli naturali, da rapporti di interesse, da scopi o idee comuni e ognuno di noi in modo cosciente o incosciente ha bisogno di riconoscersi con un “gruppo” di individui. Parlo di coscienza ed incoscienza in quanto molte persone credono che l’appartenenza ad uno specifico gruppo sia dovuta ad una grande insicurezza e difficoltà di instaurare rapporti con altre tipologie di persone. E non ci si rende conto che paradossalmente è perfettamente il contrario. Sentirsi parte di un gruppo è crescere, conoscere e studiare i comportamenti delle persone che ti circondano, imparare le diversità dell’altro, di colui che ti è accanto, cercando ogni volta di cogliere il lato migliore di queste persone e con un pizzico di velato egoismo impossessarsene, per rendersi “completo. Il gruppo sviluppa in ogni individuo quel senso di appartenenza chè è il must imprescindibile del vivere in una comunità come la nostra, infondo, anche la famiglia è un gruppo di appartenenza, nello specifico quello primario. L’individuo è alla ricerca di sé anche attraverso il gruppo e in esso, o con esso, cerca di soddisfare alcuni dei suoi bisogni condividendoli con gli altri ma soprattutto attraverso la collaborazione degli altri. Il gruppo di appartenenza è, per me, area di confronto sociale, di sviluppo, di crescita, di scambio di informazioni. È un dare e avere fiducia, è scoprire l’altro, è comunicazione, è un sistema sociale, è influenza reciproca, è il riscoprirsi simili o diversi dagli altri, è un accomunarci senza però omologarsi, è con-divisione, senza però perdere mai di vista la propria individualità!!!!

    1. D’accordissimo Gerardo! Veramente e al di là di ogni evidenziatura sociologica credo che sempre e in qualunque momento della nostra vita, ogni relazione, per essere veramente tale ha sempre bisogno di due libertà che si incontrano… e la libertà è propria solo di una persona veramente cosciente di sè, delle sue luci e delle sue ombre, di ciò che è e di ciò che potrà essere… il gruppo per essere tenda vera ha bisogno di persone la cui stessa vita sia una tenda aperta, capace accogliere e lasciar andare. Grazie a te per le sollecitazioni!!!

  3. Condivido parola per parola e ti capisco. Quando si entra a far parte di un gruppo bisogna dare per scontato in partenza che non tutto sarà bello, perfetto, armonioso. Il bello è capire tutte le dinamiche del gruppo, accettarle ed…….essere grati al buon Dio di Tutto, proprio come fai tu. Ciao Dalia.

  4. Il tuo non lo sò, ma per i tanti anni di vita di gruppo che ho alle spalle, posso affermare che l’ho sempre visto come tenda mai prigione.Il segreto x non sentirsi oppressi è ossigenarsi spesso, solo così all’interno della tenda…si può dare di più!Ciao e buoni campi!

  5. Far parte di un gruppo è un po’ come far parte di una famiglia! è luogo in cui crescere, confrontarsi, volersi bene…ma come ogni famiglia che si rispetta è anche il luogo dei contrasti, dei pettegolezzi, delle liti. A differenza della famiglia, però, in cui ti ci ritrovi senza sceglierla, il gruppo lo scegli, credi negli ideali che sono alla base, nei punti cardini, nel suo carisma specifico!!! investi energia, entusiasmo, collabori, ci vivi in pienezza donando tutto te stesso perché sai che il tuo impegno, come quello di ogni altro membro, è fondamentale affinchè il gruppo stesso non sopravviva semplicemente ma VIVA. Per me il gruppo è TENDA, proprio come quelle che si usano ai campeggi, non offre certo il massimo della comodità, non è un albergo a 5 stelle, ma richiede spirito di adattamento e, perché no, anche sacrificio! in fondo non richiede le stesse cose anche l’appartenere ad un gruppo? chi non ha mai sofferto per liti successe nel gruppo, per incomprensioni, perché magari c’è che dà 100 e chi solo 10…chi non si è dovuto adattare alle esigenze di tutti magari sacrificando le proprie o cercando “mettere d’accordo” più teste…eppure chi può negare la gioia di far parte di un gruppo? che sia l’oratorio, la parrocchia, un’associazione, o semplicemente il gruppo dei ragazzi con cui uscire il sabato sera…essere parte di un gruppo colma di gioia, e perché no, gratifica, appaga dei bisogni, ci permette di metterci in gioco, di creare relazioni significative, di sostenere ed essere sostenuti! anche io ho la mia tenda: i G.E.P. (Giovani Evangelizzatori Paolina) e ne sono felice! Auguro a tutti la mia stessa gioia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.