Archivi tag: vittime coronavirus

Speciale preghiere coranavirus

« Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò». Mt 11,28

Giorni difficili e dolorosi quelli che stiamo vivendo. Giorni attraversati dall’assenza di celebrazioni, riti, vita sacramentale e comunitaria… Ma al centro della nostra vita la presenza di Dio c’è, è forte, è certa! Rivolgiamoci a lui con fiducia. Presentiamo a lui le nostre paure. Affidiamo a lui chi amiamo. Permettiamogli di raggiungerci in qualsiasi condizione. Lui continua a chiamarci: «Venite a me, voi tutti, e io vi ristorerò»

E allora mettiamo a disposizione di tutti due preghiere: la prima, “Custodiscici, Signore”, è una preghiera di affidamento, per tutti noi, per questo momento di buio e fatica, anche emotiva. La seconda, “Consolaci, Dio della vita“, è soprattutto per le famiglie che hanno subito lutti a causa del Covid-19.

PREGHIERE COME SOSTEGNO

Custodiscici, Signore!

Signore Gesù,
quante volte hai ripetuto:
«Perché temete, non credete ancora?».
Ma noi, figli dell’efficienza e del benessere,
nel buio vacilliamo, nell’impotenza tremiamo,
nello sconforto non riusciamo a consolare.
Abbiamo bisogno di te, Signore Gesù,
della tua Parola, del tuo sguardo,
delle tue mani tese, del tuo amore.
Abbiamo bisogno che tu ci dica anche ora,
anche nella lotta contro il Covid-19:
«Non temete, io sono con voi!».
Dillo al nostro cuore, Signore.
Ripetilo alla nostra ansia.
Suggeriscici come dirlo ai nostri bambini,
ai nostri ammalati, agli anziani, a noi stessi.
Sussurralo a chi in queste ore ci sta lasciando.
Gridalo alla nostra paura!
Signore Gesù, resta con noi
e noi, tutti, rivivremo.
Amen.

Consolaci, Dio della vita

Dio della vita,
siamo disarmati, impotenti,
annientati dal dolore.
Abbiamo sperato, creduto, implorato.
Eppure oggi, Signore, non possiamo fare altro
che affidare alle tue braccia chi abbiamo amato.
Non abbiamo potuto stringere le sue mani.
Non abbiamo potuto chiudere i suoi occhi.
Non abbiamo potuto salutare il suo corpo.
Tra le nostre mani non resta altro se non
una dolorosa assenza e infiniti ricordi.
Consolaci, Dio della vita.
Aiutaci a credere nell’eternità, Signore risorto.
Avvolgi nell’immenso abbraccio del tuo amore
chi abbiamo amato e oggi vive in te.
Amen.

DAL VANGELO Mt. 11,25-30

In quel tempo Gesù disse: «Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli.  Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te. Tutto mi è stato dato dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare.
Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò.  Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime.  Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero».

Le PREGHIERE e le COVER in formato da scaricare e condividere sui social