Quanti Giovanni? – BUONA DOMENICA! II di Avvento – ANNO B

«Una voce grida…», dice Isaia.
Noi potremmo dire: «Lo ha già fatto».
«Vi fu Giovanni che battezzava e proclamava un battesimo di conversione», leggiamo in Marco.
Ma anche Giovanni è passato.
«Viene uno dopo di me che è più forte di me… e che vi battezzerà in Spirito Santo», dice Giovanni.
Ma colui che attendiamo è già venuto!
E allora? Che cosa stiamo ancora aspettando?
Di quanti giovanni abbiamo ancora bisogno per credere?
Quante voci abbiamo ancora bisogno di sentire.
Dio Padre per noi ha già fatto tutto: ha donato il Figlio.
Il Figlio per noi ha già fatto tutto: ha donato se stesso e ci ha donato lo Spirito, quello Santo, quello di Dio.
Lo Spirito per noi continua a fare ogni giorno straordinari miracoli, benché i nostri occhi si ostinino non vedere…
Ma allora, ripeto: che cosa stiamo veramente aspettando?
Facciamocela questa domanda. Poniamola al nostro cuore e alle sue attese.
Perché se stiamo davvero attendendo Dio, beh… allora lo abbiamo già incontrato: è tra noi! Le tracce della sua presenza sono incise nella nostra memoria, così come i silenzi e le impotenze che ci hanno fatto pensare alla sua assenza. Lui è già qui. La storia è già salvata. L’umanità è già redenta.
Eppure i deserti continuano a esistere. Sono deserti interiori… e a volte anche esteriori… aridità che sperimentiamo attorno a noi.
E proprio in questi deserti accade il miracolo. La voce di coloro che hanno incontrato il Dio fatto carne continua a far risuonare il suo invito: non arrendetevi ai deserti. La vita è più forte, lo Spirito più efficace, la Vita di Dio più penetrante. Preparate, preparate le vostre vite, perché siano vie all’ingresso di Dio nei deserti della storia.
Che cosa stiamo davvero aspettando? Se permettiamo a Dio di incarnarsi in noi, oggi, la storia vedrà il suo volto… e noi stessi lo vedremo.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Vieni, Signore, Vita che ogni cuore desidera

Vieni, Signore Gesù, Vita del Padre,
che penetri e trasformi la storia,
che irrighi i deserti e li apri alla vita.

Vieni, Vita di Dio,
entra nella nostra storia personale
e trasformala in via;
via che Dio stesso attraversa
per fecondare i deserti della storia.

Vieni, Signore del mondo. Vieni!
Vieni, Vita che ogni cuore desidera. Vieni!

DAL VANGELO DELLA DOMENICA (Mc 1,1-8)

Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio.
Come sta scritto nel profeta Isaìa:
«Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero:
egli preparerà la tua via.
Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri»,
vi fu Giovanni, che battezzava nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati.
Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e miele selvatico. E proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».

Liturgia completa su >>> CLICCA QUI

La PREGHIERA e le COVER in formato da scaricare e condividere sui social

Classificazione: 5 su 5.

1 commento su “Quanti Giovanni? – BUONA DOMENICA! II di Avvento – ANNO B”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.