E’ solo uno spazio…

pennarelli.jpg…ma mi piacerebbe che fosse uno spazio reso vivo da incontri, scambi, riflessioni ad alta voce, provocazioni coraggiose e oneste, modi alternativi di guardare il mondo e di viverlo.
Alternativi rispetto a cosa? 
Rispetto alle normalità segnate troppe volte dalla superficialità, da orizzonti medio-bassi, da un modo così povero di vivere il nostro tempo guardando tutto da lontano.
Spazio in cui sporcare e sporcarsi le mani, questo vorrei che fosse; in cui indossare i grembiuli del “mettersi gioco”, del non fuggire dai Sì, del maturare una propria personale risposta nei confronti di un mondo che chiama, pur con gridi sordi; nei confronti di un’umanità assetata di senso; nei confronti di un futuro che sarà diverso anche grazie a noi.

Cantarelavita è il motto di chi sceglie di abitare questo spazio, costruendolo insieme; ma è anche l’augurio per chi, passando, non tornerà.

 

13 pensieri riguardo “E’ solo uno spazio…”

  1. Uso la canzone di Gianni Morandi “STRINGIMI LE MANI” per dialogare un pò con il mio Dio… forse è uno dei tanti gridi sordi che solo Dio sa acoltare!!!

    dentro era buio
    neanche uno spiffero un taglio di luce
    una lampada spenta oscillava da sola in cantina
    e le gambe bellissime e forti tremavano
    e niente sembrava più come prima
    pensa se fosse possibile alzarsi e volare lontano da qui
    pensa se fosse così..
    stringimi le mani fuori batte il vento
    vieni alla finestra che stanotte cambia il tempo

    stringi le mie mani non aver paura
    lascia indietro il fondo dove l’acqua è fredda e scura
    e ti apriirò il mio cuore come una casa al mare
    se tu vorrai restare

    dentro era buio e la solitudine prende alla schiena
    e ti inzuppa alle ossa una fredda foschia
    e gli occhi i tuoi occhi amarissimi asciutti pregavano
    lasciami solo un minuto vai via
    pensa potessimo nascere ancora pensa se fosse così
    l’aria è freschissima fuori di qui

    stringimi le mani
    fuori passa il vento
    vivi ogni minuto come fosse tutto il tempo
    stringi le mie mani non aver paura
    per poter volare basta un soffio d’aria pura
    spalancherò il mio cuore che sia amicizia o amore
    ti potrai abbandonare….

    stringo le tue mani tra le mie
    ti aspetto nel mio cuore
    che adesso fuori piove
    e si può respirare….

  2. Bellissima iniziativa, presto anche le FSP di Alba utilizzeranno anche loro i Blog per diffondere il Vangelo online.
    Comunque il vostro link è nei miei preferiti vi seguirò continuate così brave.

  3. ciao Suora, vedo che gli apostoli non mancano…
    Spero di riuscire a rispondere alle tue non comode provocazioni… rispondendoti mi risponderò…

  4. Ciao, sr. Mariangela!
    Complimenti per il tuo blog! hai davvero l’apostolato nel sangue! 🙂 E se no, che fsp saresti??? Grazie per questo spazio che ci offri! Metto il link in memoria così potrò farti una visita di frequente. Se tu, invece, vuoi sapere notizie sulle attività della tua Diocesi di origine, clicca su:
    http://www.vocazionilecce.it (sito del Centro Diocesano Vocazioni)
    http://www.upglecce.it (sito dell’Ufficio di Pastorale Giovanile)
    Ti rinnovo gli auguri di buon anno…
    Ti abbraccio
    Antonio

  5. ciao Sr. Mariangela…. complimenti… davvero un bel sito… un bel punto d’incontro… sarò presente!!! un bacio.

  6. sono contenta che hai deciso di “cantare la vita” anche attraverso questi nuovi mezzi. Ciao e ti seguirò.

  7. ciao Mariangela l’idea è tutta a tua immagine e somiglianza e ciò mi fa “assai” piacere .
    preferisco confrontarmi con te e gli altri che “Lui” mi manda faccia a faccia mava bene così! canta la Vita e la vita canterà……

  8. ciao Mariangela vedo che hai fatto un ottimo lavoro sei una grande.
    riguardo al testo, bhe tt i giorni io mi scontro cn una brutta realtà è l’indifferenza di quanti la disabilità la confondono con il colera.Non ultimo ieri sera andiamo al cinè due ragazzi/e sulla stessa fila nostra ci vedono a noi e letteralmente scappano (24 – 25 anni !!!), si mettono nella fila b dove neanche si vede bene. nn eravamo neanche molti 12-14 ragazzi in tutta la sala.
    Io non me la prendo più di tanto, “ne capitano molti casi di questo tipo”, mi sono accorto che nn c’è una vera educazione all’hadicap; che è una questione di massa. Allora le scuole le famiglie cosa fanno? secondo me se ne fregano altamente ( ma è una mia personale opinione).

  9. Complimenti per l’idea-proposta!
    In questa strana stagione, fatta di tante “grida sorde”…spero di riprendere a “cantarelavita”!!!
    u abbraccio

  10. brava Mariangela! Mi piace l’idea. Io seguo regolarmente quello di Stefania da Mosca e ora aggiungerò il tuo… tempo permettendo. Un abbraccio. Gian

  11. Ciao Mariangela questo è il vangelo di oggi che fa riflettese su come siamo ingenui alcune volte e come ancora una volta Dio ci sta vicino.

    Ordinò poi ai discepoli di salire sulla barca e precederlo sull’altra riva, verso Betsàida, mentre egli avrebbe licenziato la folla. Appena li ebbe congedati, salì sul monte a pregare. Venuta la sera, la barca era in mezzo al mare ed egli solo a terra. Vedendoli però tutti affaticati nel remare, poiché avevano il vento contrario, già verso l’ultima parte della notte andò verso di loro camminando sul mare, e voleva oltrepassarli. Essi, vedendolo camminare sul mare, pensarono: “È un fantasma”, e cominciarono a gridare, perché tutti lo avevano visto ed erano rimasti turbati. Ma egli subito rivolse loro la parola e disse: “Coraggio, sono io, non temete! ”. Quindi salì con loro sulla barca e il vento cessò. Ed erano enormemente stupiti in se stessi, perché non avevano capito il fatto dei pani, essendo il loro cuore indurito.

    Fammi saper quando ho il cuore indurito e fammi sentire la tua presenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.